Napoli, sanzioni in tutta la città: in Galleria Umberto spettacolo per un matrimonio senza permessi

Domenica 5 Dicembre 2021
Napoli, sanzioni in tutta la città: in Galleria Umberto spettacolo per un matrimonio senza permessi

Nelle ultime ore la Polizia Locale di Napoli ha svolto numerosi interventi per il controllo delle norme che regolano la “movida” cittadina, le violazioni al Codice della Strada e il rispetto delle misure di prevenzione sanitarie. Dal lungomare alle aree di Chiaia, nel Centro Storico e al Vomero sono stati effettuati 43 controlli a locali e ad attività imprenditoriali come bar, locali, pizzerie; elevati 15 verbali per occupazione abusiva di suolo pubblico, per la mancata differenziazione dei rifiuti e per la diffusione di musica senza la necessaria autorizzazione di impatto acustico.

Sul fronte delle verifiche al Codice della Strada sono stati effettuati 104 controlli ed elevati 96 verbali oltre alla rimozione di 53 veicoli con i carri gru. Gli agenti della Municipale hanno effettuato inoltre 105 controlli per la normativa anti-covid rivolti ai titolari e ai clienti delle attività imprenditoriali, elevando 14 verbali per il mancato controllo del green pass e per il mancato uso della mascherina all’interno dei locali. Infine nelle zone maggiormente frequentate dai giovani sono stati monitorati i locali pubblici e i distributori automatici per evitare la vendita e l'uso delle bevande alcoliche da parte dei minori.

Durante i controlli gli Agenti della Polizia Locale hanno effettuato anche un intervento nella Galleria Umberto dove era stato organizzato un pubblico spettacolo in occasione di una cerimonia di matrimonio senza alcuna autorizzazione. Il titolare del locale veniva verbalizzato per l’assenza di Autorizzazione Sanitaria, della Certificazione di Impatto Acustico e della Licenza di Pubblico Spettacolo, mentre la società di catering, organizzatrice, per la mancanza della Licenza Amministrativa per servizio al domicilio del consumatore e per la mancata differenziazione dei rifiuti all’interno dei locali .

© RIPRODUZIONE RISERVATA