Napoli, la vergogna della scuola abbandonata da dieci anni: «Restituiamo dignità al quartiere»

ARTICOLI CORRELATI
di Oscar De Simone

  • 339
C’era una volta la scuola elementare Calise di Fuorigrotta. Potrebbe iniziare così il racconto dell’ex istituto primario chiuso da quasi dieci anni, su via Giulio Cesare. Un edificio abbandonato e decadente al centro di uno dei quartieri più popolosi della città. Dove al degrado si accompagnano gli sprechi.

Era il luglio del 2010 quando il suono della campanella segnò la fine dell’ultima lezione. Da allora solo i dirigenti e qualche docente è tornato all’interno delle aule, dove il tempo si è fermato. I banchi, le lavagne, le stampanti e addirittura i calendari sono rimasti come furono lasciati l’ultimo giorno di lezione. Mancano solo i bambini che in quella scuola non torneranno più.
 

«Il nostro rammarico è proprio questo», commenta la consigliera della X Municipalità Laura Carcavallo. «In quell’istituto nessuno ci metterà più piede e a perderci è tutto il quartiere. La scuola elementare Calise era un'eccellenza del territorio che adesso è più povero. A questo, poi, si aggiunge la pericolosità di una struttura in continua decadenza. Le erbacce e le macerie attirano decine di topi che scorrazzano in strada, i cittadini sono costretti a cacciarli dalle proprie abitazioni e in estate tutta la situazione diventa insostenibile. Bisogna ideare un progetto di recupero e riqualificazione che possa restituire dignità e vivibilità. Oltretutto a due passi c’è la scuola media Silio Italico che è ancora in attività. Andrebbe creato un polo di istruzione che metta al centro i ragazzi di Fuorigrotta».
Giovedì 11 Luglio 2019, 10:34
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP