Napoli, sfregiato il murale di Tarantina:
lo sdegno del sindaco de Magistris

ARTICOLI CORRELATI
12
  • 2325
Era stato inaugurato lunedì scorso ai Quartieri Spagnoli ma è stato subito vandalizzato. Il murale raffigurante la Tarantina, ovvero Gennaro Cosma colui che è considerato l'ultimo «femminiello», è stato rovinato con vernice nera che ha coperto interamente il volto del personaggio ritratto da Vittorio Valiante accanto al quale è stata anche aggiunta la scritta «Non è Napoli». La realizzazione dell'opera è stata promossa e sostenuta dalla Fondazione Foqus con il coordinamento e supporto organizzativo del Comune di Napoli ed aveva coinvolto anche molti giovani dei Quartieri Spagnoli.
 
 

«Lo sfregio all’opera di street art compiuta da Vittorio Valiante ai quartieri spagnoli, raffigurante Tarantina, è un fatto indegno e barbaro commesso da mani sporche di inciviltà ed antinapoletanita’. L’opera verrà ripristinata sperando che l’autore del danneggiamento venga individuato e si penta della sua squallida ignoranza». Lo afferma il Sindaco Luigi de Magistris.

«Non è Napoli il vigliacco omofobo, che non a caso ha scelto il nero del buio della barbarie, per deturpare l’opera di street art dedicata alla “Tarantina”. Gesti e presenze lontani dai sentimenti popolari più autentici e dalla vita relazionale più umana e solidale della gente di questa nostra città. Non è solo stupidità ed ottusità. È la volontà sub e pre-politica di praticare l’arroganza della discriminazione e di diffonderne il brodo di coltura. Cancellare l’identità facendoci risentire l’odore del lager. Reagiremo con allegria e generosità. Sarà una festa popolare a restituire sorriso e identità collettiva alla “Tarantina” nella sua effige. Faremo una grande tombolata popolare per raccogliere i fondi. Perché saremo sempre più Napoli» ha invece dichiarato l'assessore alla Cultura Nino Daniele. 
 
Sabato 23 Febbraio 2019, 19:34 - Ultimo aggiornamento: 24 Febbraio, 14:04
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 12 commenti presenti
2019-02-25 16:57:25
a quanto il murales a Raffele Cutolo?
2019-02-24 12:53:50
Se volete avere un'idea, anche vaga, della mentalità corrente di una certa fascia sociale di questa città, ricordate che solo a Napoli un figuro come salvini ha ricevuto un baciamano.
2019-02-24 12:26:18
Magari fossero questi i veri problemi di Napoli....condanno l'accaduto in quanto nessuno ha il diritto di distruggerele opere di altri, ma è un murales aperto senza protezioni espressione di chi l'ha dipinto, ma altrettanto potrebbe dire chi lo ha rovinato. Detto questo ce ne faremo una ragione ma mi occuperei dei veri problemi di questa città.sicurezza, viabilità,condizione delle strade,assenza di controlli,malavita organizzata infiltrata nella giunta comunale,opere pubbliche che non vedono fine,lotta all'ignoranza e alla maleducazione,dispersione scolastica,servizi sociali,trasporto pubblico....giusto per citarne qualcuno. Risolti tutti questi problemi ci possiamo occupare della fontata di via scarlatti e del murales di tarantina
2019-02-24 14:29:37
è proprio per questa ragione, chi la pensa come lei considera l'arte e la cultura un optional, l'IGNORANZA DILAGA e provoca discriminazione e sottocultura. guai al paese che ne sottovaluta l'importanza. ritorno all'oscurantismo.odio e ignoranza dilagante; dal rinascimento..........al Medio Evo
2019-02-24 17:48:50
Commento populista ed inconcludente. Comunque grazie per averci fatto l'elenco di quello che già sappiamo.

QUICKMAP