«Spegni la sirena o sono botte», gang accerchia ambulanza. E al Santobono minacciata pediatra

Sabato 11 Gennaio 2020

Ancora un’aggressione in ospedale a Napoli segnalata dall'associazione «Nessuno tocchi Ippocrate»: è accaduto la scorsa notte al Santobono, vittima una pediatra. La donna stava svolgendo il suo turno di 12 quando è stata insultata e minacciata di morte dai parenti di un paziente.

Altra segnalazione riguarda una vicenda avvenuta nel rione Sanità. Personale di un'ambulanza del 118 soccorre il paziente, lo carica a bordo e si dirige al Loreto Mare. Lungo la strada il mezzo di soccorso inforca una traversa molto trafficata e sosta per circa 5 minuti senza fare un metro con la sirena accesa.
 


All'improvviso corrono verso l’ambulanza quattro ragazzi che minacciano l'autista: «Spegni questa sirena che c’è un funerale, spegni altrimenti ti picchiamo»; lui spiega che sta trasportando un paziente e loro replicano «Non ce ne f...e proprio».

 

Ultimo aggiornamento: 12 Gennaio, 09:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA