Ospedale San Paolo di Napoli, l'emergenza rientra: riaprono i reparti chiusi per carenza di personale

Venerdì 20 Maggio 2022
Ospedale San Paolo di Napoli, l'emergenza rientra: riaprono i reparti chiusi per carenza di personale

Emergenza rientrata all'ospedale San Paolo di Napoli dove nella giornata di ieri si era verificata la chiusura pomeridiana di reparti fondamentali come Ortopedia, Pediatria e Neurologia, a causa della carenza di personale.

Una nota dell'Asl fa sapere che i reparti sono stati ripristinati già in mattinata e che si sono superate le criticità a vialle di una riunione urgente riuscendo a trovare una soluzione temporanea nelle more delle assunzioni per le quali, assicura l'Asl, si sta procedendo.

Napoli, ambulanze senza medici: cancellate le postazioni 118 di Chiaia e del Vomero

In giornata c'era stata una dura nota della vicepresidente del Consiglio regionale della Campania e capogruppo regionale M5S Valeria Ciarambino, che ha annunciato la sua presenza al sit in di martedì 24 maggio davanti all'ospedale San Paolo, indetto dal sindacato Nursind. «Non è immaginabile che cittadini bisognosi di assistenza urgente si vedano sbarrare le porte di un ospedale in determinate fasce orarie. La conseguenza immediata sarà di affollare ulteriormente il Cardarelli, da settimane già in grande difficoltà per l'iperafflusso di pazienti» aveva detto Ciarambino. «Il paradosso è che ci sono ospedali in città, come il San Giovanni Bosco e il Loreto Mare, dove i Pronto Soccorso sono chiusi da tempo e reparti come Ortopedia sono vuoti. E dunque ospedali oggi pressochè fermi sono dotati di personale, che invece scarseggia nei presidi con pronto soccorso attivo come il San Paolo. In attesa di reclutare nuovo personale, al San Paolo andrebbero dirottati fin da subito medici specialisti che sono inattivi nei presidi della stessa azienda, così da impedire che, in una fase i cui il sistema di emergenza urgenza in Campania è in tilt, anche il San Paolo chiuda le porte a chi ha bisogno urgente di cure e di assistenza. Solleciterò questa soluzione alla Regione Campania e al Direttore Generale dell'Asl Na 1».​

Video

 

Ultimo aggiornamento: 21:02 © RIPRODUZIONE RISERVATA