Pastiere ai big del calcio,
tutti gli omaggi del boss tifoso

di Leandro Del Gaudio

  • 171
Vantano rapporti di amicizia altolocati, spesso anche con noti calciatori di serie A, per rafforzare autostima e consenso agli occhi dei propri affiliati. Camorristi e narcos che amano creare contatti (magari anche esili contatti) con calciatori famosi, pur di acquisire appeal agli occhi del proprio seguito. È la sintesi dei carabinieri nell'informativa a carico di Vincenzo Cutolo, noto come Borotalco, figlio di Salvatore (quest'ultimo detenuto dal lontano 2007). Affari legati allo smercio della droga, all'ombra della cosiddetta «44» (la zona di via Marco Aurelio), non manca un capitolo legato al bel mondo frequentato fino a qualche mese fa da Vincenzo Cutolo, tra shopping in via Condotti a Roma, grandi alberghi nella Capitale, viaggi in famiglia all'insegna del relax. E tifo da stadio, quello per la Roma, la sua squadra del cuore. Ed è in questo capitolo che spunta una conversazione tra l'ex capitano giallorosso Daniele De Rossi e l'ex collega Antonio Floro Flores (la cui sorella ha sposato un soggetto ritenuto vicino allo stesso Vincenzo Cutolo). Ovviamente sia Daniele De Rossi che Antonio Floro Flores sono estranei alle accuse che tengono in cella Vincenzo Cutolo, ma i loro nomi finiscono comunque nelle pagine dell'inchiesta.

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Lunedì 12 Agosto 2019, 08:19 - Ultimo aggiornamento: 12-08-2019 13:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP