Sit in dei Verdi all'ambasciata Usa:
«Trump col clima non si scherza»

Giovedì 8 Giugno 2017 di Rossella Grasso

Al grido di «Trump con il clima non si scherza» i Verdi hanno messo su la protesta davanti all’Ambasciata Americana di Napoli. Il gruppo ha deciso di fare un sit- in per contestare le scelte sull’ambiente del presidente americano Donald Trump che ha annunciato l’uscita degli USA dal Trattato sul Clima siglato da 195 paesi di tutto il Mondo. I Verdi annunciano che l’iniziativa parte da Napoli ma si svolgerà in tutte le città del Mondo: «Ogni Consolato americano avrà il suo presidio di ambientalisti che protesta contro le scelte di Trump», ha detto Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale dei Verdi.

Su uno dei cartelli si legge «12milioni di morti per inquinamento ambientale, Trump fermati», sul lungo striscione «#clima it’s Trump against Planet». I manifestanti li hanno rivolti verso le finestre del grande edificio del lungomare: «A Napoli abbiamo sempre avuto un ottimo rapporto con la comunità americana a cui chiediamo di far sentire la propria voce perché il presidente degli Stati Uniti è un pericolo per il Pianeta», ha spiegato Borrelli.

«Il problema del surriscaldamento globale a causa dell’inquinamento è grave e riguarda soprattutto le generazioni future – ha continuato Borrelli – Napoli è una delle prime città che pagherà caro tutto questo perché affacciamo sul mare. Tra cento anni l’ambasciata americana potrebbe non esistere più in questo luogo se il livello del mare continua ad alzarsi».

Al sit in era atteso anche Giobbe Covatta, testimonial dei Verdi, ma i problemi sulle linee dell'Alta Velocità hanno impedito al comico di parteciparvi.  

Ultimo aggiornamento: 21:44 © RIPRODUZIONE RISERVATA