Bomba a Sorbillo, ordine del boss:
«Il racket sulle pizzerie è nostro»

di Leandro Del Gaudio

  • 1272
Un ordine perentorio, quasi una busta chiusa gettata dall’altra parte della staccionata: il racket sulle pizzerie è nostro, qui le estorsioni le facciamo noi. A voi - è il senso del diktat - giusto il minimo per sopravvivere, solo un po’ di spaccio di droga nei vostri bassi. Parola di boss, o meglio, dell’ultimo esponente di spicco della camorra targata Mazzarella, mai come in questi ultimi mesi decisa a riconquistare pezzi di sovranità criminale nella zona del centro storico. Bomba a Sorbillo, le indagini battono in modo sempre più deciso la pista del racket e puntano i riflettori sugli esponenti del clan Mazzarella a piede libero.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Lunedì 21 Gennaio 2019, 23:00 - Ultimo aggiornamento: 22 Gennaio, 11:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP