Whirlpool, Camusso non si fida
di Di Maio: «Teniamo i piedi per terra»

«Credo che bisogna distinguere tra le promesse e i messaggi che troppo spesso questo ministro ha dato rispetto a crisi che poi non si sono risolte e non hanno avuto le risposte giuste. Bisogna non avere particolare entusiasmo e invece far si che ci sia davvero una proposta industriale, una soluzione per i lavoratori che, al momento, non vedo». Susanna Camusso, in merito alla vicenda Whirpool, invita alla prudenza. Intervenendo a margine della presentazione di «Ricominciamo da noi», percorso di formazione proposto della Fisac Cgil per il contrasto agli stereotipi di genere, l'ex segretaria generale della Cgil ha affermato: «Quest'anno che è passato ci ha insegnato a non avere l'entusiasmo della prima ora. Occorre andare a vedere, dietro le dichiarazioni ufficiali, che cosa succede concretamente. Sono troppe le vertenze che sembrava si potessero risolvere in pochi giorni e che tutt'ora languono». «Quindi - ha concluso Camusso - credo che sia meglio tenere i piedi saldi per terra e verificare concretamente se quelle risposte ci sono».
Venerdì 7 Giugno 2019, 13:05
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP