Costiera, le meraviglie dell'Oasi in città nel calendario 2019 del Wwf

ARTICOLI CORRELATI
di Ciriaco M. Viggiano

SANT'AGNELLO - Circa 7mila piante di diverse specie tra le quali prugnolo, biancospino, rosa canina, lonicere, ginestre, viburni, mirti, allori, corbezzoli, cotonastri, pungitopi e tantissime altre che a primavera portano fiori variopinti  amati da farfalle e insetti oltre che bacche e frutti appetiti agli uccelli: le meraviglie dell'Oasi in città, il parco di 4mila metri quadrati realizzato dall'amministrazione comunale di Sant'Agnello col supporto del Wwf Terre del Tirreno sulla superficie di un'autorimessa interrata nel cuore del paese, sono le protagoniste del nuovo calendario dell'associazione ambientalista.

Sei i fotografi che, nel corso dell'anno appena concluso, hanno immortalato gli "inquilini" dell'Oasi. Si tratta di Marco Gargiulo, più volte campione italiano di safari fotografico subacqueo e vincitore di prestigiosi premi in giro per il mondo, Mariateresa Maione, Fabio Russo, Rino Di Noto, Riccardo Di Martino e Daniele Mazzola. I loro scatti sono confluiti nel calendario stampato, come da tradizione, in tiratura limitata e ormai divenuto un oggetto da collezione. E così, sfogliando le pagine da gennaio a dicembre, è possibile ammirare una cinciallegra che sfreccia veloce dalla casetta in legno dove ha nidificato, una libellula tra le ninfee e i fior di loto, un bianco pesce cometa sotto il pelo dell’acqua, una lucertola che si scalda al sole, una rana nel suo immobile mimetismo, una nidiata di verdoni affamati, un frosone dal robusto becco in cerca di bacche e semi, poi api, vespe, ragni e farfalle tra lavande, trifogli e cinerarie e tartarughe americane ospiti nello stagno.

«A distanza di appena due anni dalla costruzione del parco - sottolinea Claudio d'Esposito, presidente del Wwf Terre del Tirreno - il numero e la diversità di specie che sono state osservate e fotografate è davvero considerevole. Tutto ciò insegna che, a volte, basta davvero poco per far tornare gli “inquilini” della natura in città». Il calendario, grazie all’ausilio di brevi testi, aiuterà a conoscere meglio gli animali fotografati e concorrerà, attraverso i contributi raccolti durante la distribuzione, a sostenere le molteplici attività promosse dal Wwf Terre del Tirreno in difesa della natura. Può essere reperito inviando una mail all'indirizzo di posta elettronica wwfterredeltirreno@gmail.com oppure un messaggio alla pagina Facebook dell'associazione o, ancora, richiedendolo presso la libreria Tasso a Sorrento, la libreria "L’Indice" a Piano di Sorrento e Azimut a Sant’Agnello.
Martedì 1 Gennaio 2019, 14:43
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP