Januaria Piromallo & Antonella Esposito: «Loro di Monte di Dio»

Sabato 2 Gennaio 2021 di Cristina Cennamo

E' già in edicola «Loro di via Monte di Dio», edito da Guida e curato da Januaria Piromallo ed Antonella Esposito Gagliardi, anche ideatrice del libro che vuole essere una raccolta di racconti leggeri e non scritti da chi ha vissuto e vive via Monte di Dio, primo insediamento di Partenope, sede delle idee e della rivoluzione partenopea del 1799,  accesso sicuro ai rifugi antiaerei durante la Seconda Guerra Mondiale.

Il volume può vantare anche il contributo di Giorgio Napolitano, nato e vissuto in questa via, dello scrittore Erri De  Luca che da qui è partito come muratore per poi assurgere a fama di scrittore  nazionale, e dello scriitore Maurizio De Giovanni oltre a vari altri nomi e volti noti dell'area come la direttrice marketing del Teatri di San Carlo Emmanuela Spedaliere, Antonio Gargano e Francesco Serra di Cassano, erede della storica famiglia napoletana.

Un pezzo di storia della città di Napoli, che ha appassionato anche tanti altri che in questa via non sono nati ma se ne sono, man mano, innamorati, e che hanno voluto quindi fornire i propri aneddoti e spunti sul tema al volume che è attualmente reperibile anche su Amazon. E' il caso dell'imprenditore Generoso Di Meo, adottato da via Monte Di Dio, o ancora di Laura Valente, presidente della Fondazione Donnaregina, e di Domenico Ciruzzi, a sua volta presidente della Fondazione Premio Napol.

«Loro di via Monte di Dio», insomma, è un pamphlet e non solo. Vuole essere un punto della ripartenza della Napoli che ha conoscenza e comperenza, che lavora laboriosamnete e silenziosamente alla costruzione di una città migliore ed è un progetto culturale di riappropriazione e miglioramento dei propri luoghi. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA