DeMa: «Ci candidiamo alle Politiche per respingere l'armata di Salvini»

ARTICOLI CORRELATI
53
  • 9095
«Se il presidente della Repubblica, garante degli equilibri costituzionali, dovesse a un certo punto maturare la scelta dello scioglimento della Camera e del Senato, ritengo sia venuto il nostro momento per candidarci alle politiche». Lo scrive il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, in un lungo post su Facebook nel quale commenta l'attuale situazione politica. «Per sconfiggere Salvini e la sua armata - aggiunge de Magistris - devono scendere in campo persone coerenti e credibili e programmi forti, chiari ed attuabili, in grado di unire il Paese, nelle sue differenze. Si deve costruire un fronte popolare democratico di liberazione, una coalizione civica nazionale che possa finalmente puntare, dopo oltre 70 anni, all'attuazione della Costituzione. Questa è la sfida».

«Nel pieno di un agosto di fuoco il Governo è scoppiato. Sembra imminente la consumazione definitiva di un'esperienza politica e di governo complessivamente dannosa per la tenuta democratica del nostro Paese. Se il Presidente della Repubblica, garante degli equilibri costituzionali, dovesse ad un certo punto maturare, invece, la scelta dello scioglimento della Camera e del Senato, ritengo sia venuto il nostro momento per candidarci alle politiche. Io ci sono». Lo scrive in un lungo post su Facebook, il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris. «Mi sento pronto e molto carico per costruire l'alternativa e sono contento - se la situazione dovesse precipitare nelle prossime settimane - di partire proprio da sindaco di Napoli. La mia città, con le quattro giornate del 1943, fu la prima in Europa a liberarsi dall'occupazione nazifascista con una rivolta popolare. Gli eversori vanno fermati perché la Costituzione si difende costi quel che costi».

«Ci vuole un programma chiaro, in grado di unire. Un manifesto per l'attuazione immediata della Costituzione. Ho tutto in testa. E' venuto il momento di unire l'Italia valorizzando tutte le autonomie - spiega il sindaco di Napoli - Consolidare diritti e libertà individuali. Lottare finalmente contro mafie e corruzioni, la vera emergenza nazionale che questo Governo nasconde. Un Paese che ha le competenze e le eccellenze per coniugare impresa, diritti delle lavoratrici e dei lavoratori ed ambiente. Potenza dello sviluppo mettendo al centro finalmente la persona e la natura. L'Italia dei beni comuni con i fatti e non con le parole. Un Paese che ritrovi armonia, coesione, concordia. Amore contro rancore, odio, violenza. Libertà, uguaglianza e fratellanza. Costruire l'Italia della solidarietà e della giustizia sociale. E' tutto molto semplice ma anche così difficile. Come le rivoluzioni». «Non possiamo vedere precipitare il Paese nel baratro. Lotteremo, senza sosta, per amore degli ideali in cui crediamo e perché ho giurato da uomo delle istituzioni nella Costituzione nata dalla resistenza al nazifascismo. Con la Costituzione nel cuore e nella testa ho fatto prima il magistrato ed ora il Sindaco di una città mondo. Vinceremo? Non lo so - aggiunge - Ma se non lottiamo abbiamo già perso. E soprattutto non ci va di lasciare, da spettatori, il Paese in mano ad una destra eversiva oppure ad un ceto politico che ha causato la malattia e che ora, strumentalmente, si vuole proporre come medicina. Sono sicuro che metteremo in campo stupende persone, reti, associazioni, comitati, movimenti, energie». «Non posso garantire di non fare errori. Ma come sempre potete essere certi dei nostri valori fondamentali, necessari per coniugare rottura del Sistema e capacità di governo: onestà, autonomia, coraggio, competenza, spirito di squadra, partecipazione dal basso, passione. E' il momento buono per unire tante belle esperienze disseminate nei territori italiani. Noi ce la metteremo tutta - conclude - Finora abbiamo sempre vinto. Questa, forse, è la sfida più grande. Nei momenti decisivi si deve scegliere dove andare. Ho sempre scelto le sfide che sembravano impossibili. Questa vale la pena viverla. E sento anche che alla fine vinceremo».

«Salvini si candida ad essere il leader della nuova destra per guidare il Paese. E' un uomo che ha fiuto, sa comunicare, sa stare tra la gente, ma anche ai tavoli istituzionali. E' sessista, razzista, violento sul piano politico ed istituzionale, tutt'altro che trasparente, men che mai il nuovo nella politica. Si ispira a Mussolini, chiede poteri speciali, abusa di apparati di Stato per farsi vedere come l'uomo forte al comando, gli piace mostrare i muscoli con i deboli, per poi essere un docile agnellino, un maggiordomo di riguardo per tutti i poteri forti che non ha mai contrastato, anzi ne fa parte a pieno titolo». «Non ha mai fatto nulla per contrastare corruzioni e mafie, nemmeno da ministro dell'Interno. Politicamente, anzi, sdogana truppe di impresentabili - sottolinea - Per sconfiggere Salvini e la sua armata, devono scendere in campo persone coerenti e credibili e programmi forti, chiari ed attuabili, in grado di unire il Paese, nelle sue differenze».
Lunedì 12 Agosto 2019, 10:01 - Ultimo aggiornamento: 13 Agosto, 08:46
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 53 commenti presenti
2019-08-13 23:40:28
poveraccio dopo i brillanti risultati raggiunti a napoli, adesso non gli basta più essere sindaco. vuole far brillare tutta italia, si salvi chi può.....
2019-08-13 09:14:07
De Pallstis
2019-08-13 07:56:51
ho letto tutti I commenti di questo articolo slo il 10% erano diciamo intelligenti scritto con senso di logica and non di critica, il resto avete scritto lo stesso tono come fanno le pecore Bee beee bee, nella mia opinione questo governo attuale non sta funzionando e non potra' funzionare per il resto del mandato perche' e' un incrocio , non e' di stampo orifinale ecco perche' fin dal primo giorno e' stato affidato il Bidello Mr. Conte adesso il Bidello quello che fa le imbasciate vuole lui prendere il podio , Renzi si sta preparando con il suo pane da inzuppare in qualsiasi Zuppa contro Salvini, come vedere gli avvoltoi gia;' ci sono al Parlamento c'e' bisogno di Aria Nuova di persone super Instruite come lo e' Il Signor De Magistris ma gli altri due cosa hanno come istruzione? un diploma e fanno anche errori madornali di grammatica ma per piacere.... per quanto riguarda ai rifiuti di Napoli rivolgetevi al Governatore De Luca The Big Daddy , io faccio I miei migliori auguri al Signor De Magistris e che vinca il Migliore e lui gia' lo e' ed e' un uomo molto stimato da molti giornalisti italiani. Intanto tanto per dirivi che Napoli e; stata sempre commissiariata e' uan citta' difficile da Gestire anche perche non arrivano tanti fondi nelle casse del mezzogiorno , tra gli ultimi 3 sendaci che avete avuto io credo che De Magistris sia stato il miore dei tre informatevi tulla jervolino e su quello di afrogola quello che non hanno fatto per Napoli e' tutto su google digitare I loro nomi e le migiori notizie le trovedrete in Lingua inglese, si lo so ricevero' tanti negative come al solito fate pure tanto vincera' De Magistris , Salvini sara' fuori ed I 5 stelle faranno bacchetta con qualcun altro...... ,
2019-08-13 10:39:33
tu continua a pensare a mr donald duck!
2019-08-12 18:52:19
Dice tutto e non dice niente, come i più classici dei pallisti. Nel più lungo e articolato #pisciatone di questi interminabili otto anni di malgoverno cittadino, l'incapacità in fascia tricolore dice "ci saremo" senza spiegare chi, nello specifico, né con chi, né con quale partito o movimento se non un indefinita "coalizione civica nazionale". Non esclude un accordo con il M5s, non esclude un accordo con il Pd. Tantomeno specifica se si candiderà in prima persona, infatti, "ci candidiamo" potrebbe riferirsi al suo pseudo movimento demA e quindi una lista con qualcuno dei suoi dentro ma non lui È l'ennesimo tentativo di mettersi sul mercato nella speranza che qualcuno lo chiami come salvatore della Patria. In realtà vorrebbe solo salvare se stesso e sta cercando una via d'uscita. Nel frattempo, continuiamo ad aspettare bus alle fermate e a camminare sui cumuli di rifiuti.

QUICKMAP