Elezioni suppletive a Napoli, al voto soltanto il 9,52%: meno di un elettore su dieci

Domenica 23 Febbraio 2020

Seggi quasi deserti per le elezioni suppletive al Senato nel collegio uninominale di Napoli 7. Dopo che alle 12 l'affluenza era del 2,77%, alle 19 la percentuale s'è fermata al 7,29% per chiudere alle 23 al 9,52%, meno di un elettore su dieci con 18.005 uomini (10,83%) e 15.995 donne (8.37%). Due anni fa, alle elezioni politiche del 2018, nel collegio Senato 7 aveva votato il 60,92% degli aventi diritti. 

Urne aperte fino alle 23. Sono 357.299 gli elettori (circa un terzo dei napoletani) chiamati a scegliere un sostituto per lo scomparso Franco Ortolani, docente di geologia eletto nel 2018 per il M5S.  Coinvolti in questa tornata i quartieri Arenella, Barra, Miano, Piscinola-Marianella, Poggioreale, Ponticelli, San Carlo All’Arena, San Giovanni a Teduccio, San Pietro a Patierno, Scampìa, Secondigliano, Vicaria e Vomero. Le sezioni aperte sono 444 su 883. 
 


In campo cinque candidati: Luigi Napolitano del M5S, Sandro Ruotolo appoggiato dal Pd, dal movimento demA che fa capo al sindaco de Magistris e un pezzo della sinistra, Salvatore Guangi candidato del centrodestra con Fi, Fdi e la Lega alle spalle. Poi Giuseppe Aragno di Potere al Popolo che raggruppa la restante parte della sinistra quella movimentista e il civico Riccardo Guarino con il suo Rinascimento partenopeo. 
 

Ultimo aggiornamento: 23:42 © RIPRODUZIONE RISERVATA