Delibera «dimenticata», il Comune di Napoli dice addio a palazzi e terreni

di Pierluigi Frattasi

  • 509
Disastro sul patrimonio al Comune di Napoli. Persi 27 beni demaniali, per un valore di oltre 8,5 milioni di euro. Palazzo San Giacomo nel 2013 ne richiese il passaggio di proprietà dallo Stato, nell'ambito del federalismo demaniale. Sul trasferimento era arrivato anche il via libera dell'Agenzia del Demanio. Ma il Comune in 5 anni non ha mai fatto la delibera per l'acquisizione finale. Gli immobili ora torneranno tutti allo Stato, che potrà fare cassa. La legge di stabilità 2019, infatti, ne ha previsto la dismissione - compresi anche i beni opzionati dagli enti locali con il federalismo demaniale - concedendo un'ultima proroga di 30 giorni per approvare le delibere di acquisizione. Ma il Comune di Napoli, nonostante l'ultimo sollecito del mese scorso, non ha risposto. E i termini sono scaduti il 30 gennaio.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Martedì 19 Febbraio 2019, 13:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP