Il ministro Bonetti a Napoli: «La scuola sia accogliente con i bimbi disabili»

Giovedì 17 Settembre 2020

«Il ministero lavora sulla necessità di tutela del diritto all'educazione e di una comunità accogliente anche per bimbi disabili, la scuola deve diventare il volto di uno Stato che accompagna i cittadini in crescita». Lo ha detto il ministro delle Pari opportunità e famiglia, Elena Bonetti, nel corso della sua visita oggi a Napoli commentando la carenza di insegnanti di sostegno nella ripartenza della scuola. «I nostri ragazzi devono anche di fare un'esperienza adeguata con luoghi e comunità educanti, servono risorse umane e reti territoriali che si devono costruire come qui a Foqus», ha sottolineato nel corso della sua visita a Foqus, la scuola al centro dei Quartieri Spagnoli.

LEGGI ANCHE Scuole, prima campanella il 28 settembre in penisola sorrentina

Il ministro è tornato anche sulla morte di Maria Paola Gaglione a Caivano: «Credo che si debba attivare un processo culturale di tutto il Paese, soprattutto che tocchi la dimensione educativa - ha detto - Dobbiamo garantire universalità dei diritti e costruire una società che riconosca il valore straordinario della diversità. In virtù della diversità costruiamo il nostro essere comunità e una universalità di diritti. Quindi si deve lavorare sul rispetto ma anche sulla valorizzazione dell'altro da sé per farne una costruzione di comunità». 

Nella sede regionale del Movimento cristiano Lavoratori si è poi tenuto un incontro con il ministro Bonetti, accompagnata dal senatore Vincenzo Carbone. Il vicepresidente del Movimento Michele Cutolo dopo un breve saluto e le presentazioni dei dirigenti regionali convenuti, ha rappresentato le difficoltà che devono affrontare le famiglie, soprattutto nelle regioni del Sud, auspicando una riforma del diritto di famiglia per attualizzarlo alla realtà e alle problematiche odierne al fine di tutelare il pilastro della nostra società, intesa anche come famiglia cristiana e, in particolare, i bambini. Il ministro ha incentrato il suo discorso sulla necessità per il Governo di sostenere la famiglia dando attuazione al  family act e prendendo in considerazione soprattutto la realtà del Mezzogiorno parlando fra l'altro delle forme di sostegno alle famiglie come l'assegno universale per i figli a carico. La dirigenza Mcl ha poi sollecitato il ministro Bonetti a intervenire sullo spinoso problema dei minori in caso di separazione o divorzio che spesso subiscono il trauma delle divisioni dei genitori. Il ministro Bonetti ha promesso un impegno e una riflessione che sarà condivisa con il Forum delle Famiglie. 

Ultimo aggiornamento: 16:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA