Sanità, il valzer dei manager idonei: il ministero riammette Bianchi

di Ettore Mautone

Manager di Asl e ospedali della Campania: scade oggi il termine dell'avviso pubblico bandito dalla giunta regionale della Campania ad inizio marzo per partecipare alla selezione di candidati alla guida di 14 delle 17 aziende sanitarie. Qui altrettanti manager, tra il 27 luglio e gli inizi del prossimo agosto, terminano il proprio mandato triennale. Escluse dalla tornata di nomine sono tre aziende, il Santobono guidato da Anna Maria Minicucci, il Ruggi D'Aragona di Salerno con al timone Giuseppe Longo e il San Sebastiano di Caserta di cui è direttore Mario Ferrante. Il faro a cui guardare è l'Albo nazionale aggiornato al 22 marzo scorso con la new entry di Attilio Bianchi, attuale vertice dell'Istituto Pascale, che nella prima stesura dell'elenco era risultato estromesso per non aver fatto valere il corso di formazione conseguito in istituti diversi da quelli promossi a livello regionale. Bianchi dunque figura ora nell'albo con riserva, in esecuzione del decreto del 22 marzo del Tar Lazio e dovrebbe restare saldamente in sella all'Istituto tumori di Napoli dove sta portando avanti un non facile percorso di organizzazione della rete regionale e interregionale oncologica.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Martedì 26 Marzo 2019, 11:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP