Sardine, Santori alla Whirlpool: «Salvini a Napoli? Sa di non essere gradito»

Martedì 18 Febbraio 2020
«Il trasformismo non paga e lui sa benissimo che non è un ospite gradito». Lo ha detto Mattia Santori, leader delle Sardine, a Napoli in visita allo stabilimento Whirlpool di via Argine, parlando della visita del segretario della Lega Matteo Salvini, che nel pomeriggio sarà in città. «Non è facile - ha affermato - praticare trasformismo in un territorio come Napoli e come il Sud». Stasera, in piazza Dante, le Sardine terranno una loro manifestazione, più o meno in concomitanza con la presenza di Salvini. «Stasera da una parte, c'è chi parlerà di lavoro - ha sottolineato - e chi invece cercherà di convincere i napoletani che non vuole più lavarli con il fuoco, questo farà la differenza». «Salvini è lo stesso che alla prima occasione di Governo avuta, l'ha buttata via per un personalismo, per chiedere pieni poteri - ha concluso - Come ci si fa a fidare di una persona che mira al personalismo? In Italia è una brutta malattia».

LEGGI ANCHE Sardine, Santori fa tappa a Scampia: «Qui per ascoltare i napoletani»

«Sappiamo di chi non fidarci: della Lega» ha proseguito Santori. «La Lega - ha affermato - viene da un partito federalista che tuttora è per l'autonomia differenziata che nasce da Zaia e Fontana in Lombardia e Veneto». «E promuove qui una autonomia differenziata - ha aggiunto - che invece avvantaggia solo il Nord».

 


  Ultimo aggiornamento: 17:15 © RIPRODUZIONE RISERVATA