Monica Cirinnà ed Anton Emilio
Krogh firmano La forma del Cuore

Venerdì 26 Novembre 2021 di Cristina Cennamo
Monica Cirinnà ed Anton Emilio Krogh firmano La forma del Cuore

In libreria «La forma del cuore» (Mursia, pagg. 252, Euro 17,00) il romanzo scritto a quattro mani dalla senatrice Monica Cirinnà ed Anton Emilio Krogh che mette al centro la libertà di amare e, sullo sfondo di una Napoli strabordante di bellezza e di fantasmi, racconta una vicenda realmente accaduta, una storia d’amore tormentata e travolgente ma anche l’iter legislativo e le profonde motivazioni che hanno portato all’approvazione delle Legge Cirinnà. Un romanzo forte e al contempo delicato che ha la capacità di caricare il lettore di una straordinaria energia positiva per affrontare la vita e le sue insidie con fiducia e speranza.

«Viviamo in una società nella quale i diritti, anche quelli conquistati, hanno la fragilità di cristalli, pertanto se è una legge a dare loro forma e sostanza, è solo la viva testimonianza di ogni giorno che li rafforza e protegge nella loro fragilità», dichiara Monica Cirinnà. «Per questo in un mondo ancora pieno di pregiudizi in cui gli episodi di bullismo e violenza omofobica sono all’ordine del giorno, abbiamo ritenuto che la storia di Ada e di Eve dovesse essere raccontata», aggiunge Anton Emilio Krogh.

Ada è un fuciliere scelto dell’Esercito italiano. Eve è una novizia francescana in attesa della conferma dei voti. Due donne diverse, ma che si scoprono molto simili quando i loro destini si incastrano durante un pellegrinaggio a Lourdes. Due vite, sullo sfondo di una Napoli strabordante di bellezza e di fantasmi, che cercano riparo sotto la rassicurante morale di una divisa, ma che si trovano a sperimentare sulla loro pelle l’imprevedibilità dell’amore. Ad aiutarle in un tortuoso percorso d’amore e di burocrazia ci sarà Margherita, avvocato impegnato soprattutto perché le unioni civili diventino legge in Italia.

«Il cuore sembra un luogo disordinato, un guazzabuglio, ma è una macchina perfetta, un insieme intricato di ventricoli, vene, arterie. È un organo indomito che il petto fatica a contenere e che dà senso alle cose del mondo.»

Questo romanzo è una storia di amore e libertà, di sfida alle convenzioni e alle divise, ma è anche il racconto dell’iter legislativo della Legge Cirinnà, perché l’amore non è solo una questione tra due persone, ma è quell’energia gloriosa che fa da collante dell’intera comunità.

A seguito dell’uscita del libro i due autorihanno iniziato un tour di presentazioni che da Milano li ha portati ieri a Roma e li vedrà invece a Napoli lunedì 29 alle 18 presso la Feltrinelli Libri e Musica alla Corte dell’Arte di Foqus di via Portacarrese a Montecalvario 69, con la partecipazione delle giornaliste Titta Fiore ed Anna Paola Merone. Proseguiranno poi a Palermo il 7 dicembre (Feltrinelli Libri e Musica di via Cavour 133 con Stefania Petyx, inviata di Striscia la Notizia) per poi proseguire in altre città italiane.

Anton Emilio Krogh è avvocato. Sensibile alle tematiche del coming out, del bullismo e delle discriminazioni, presenta i suoi libri nelle scuole per sensibilizzare i ragazzi su questi argomenti. Con Mursia ha pubblicato Come me non c’è nessuno. Diario di un sogno (2017) e Non si può fermare l’estate (2018).

Monica Cirinnà è senatrice eletta nelle liste del PD. Laureata in Legge all’Università La Sapienza di Roma, il suo nome è legato alla Legge Cirinnà, approvata nel maggio del 2016, che riconosce anche in Italia le unioni civili tra persone dello stesso sesso, oltre che a un impegno per i diritti umani, per l’ambiente e per gli animali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA