Cultura, premio «Palazzo San Carlo» al Console generale di Francia a Napoli, Burin des Roziers

Venerdì 12 Febbraio 2021
Cultura, premio «Palazzo San Carlo» al Console generale di Francia a Napoli, Burin des Roziers

 Il Console generale di Francia a Napoli, Burin des Roziers, ha ricevuto il premio alla cultura “Palazzo San Carlo”. Il riconoscimento è stato consegnato al Console dal presidente dell’associazione culturale “Gli Amici di Palazzo San Carlo”, Gennaro Stroppolatini, nell’esclusiva sede del Reale Yacht Club Canottieri Savoia di Napoli.

Alla cerimonia, chiusa al pubblico causa pandemia, erano presenti i Consoli generali di Spagna e Stati Uniti, Carlos Maldonado Valcarcel e Mary Avery. È intervenuta anche l’attrice napoletana Anna Maria Ackermann, che ha mosso i suoi primi passi con Eduardo De Filippo. La Ackermann ha omaggiato i presenti recitando uno stralcio da “Filumena Marturano”. La sua rappresentazione sempre viva e fresca ha riscosso un grande plauso da parte dei presenti. 

Nel suo discorso iniziale, Stroppolatini ha reso omaggio alla figura del Console francese, leggendo la motivazione dell'assegnazione del premio alla cultura. “Il Console si è sempre molto impegnato nel divulgare, attraverso eventi e manifestazioni, la cultura italo-francese omaggiando in particolare anche quella napoletana. Presso l'Istituto Francese, infatti, si tengono anche corsi in dialetto napoletano, oltre a numerosi eventi sulla napoletanità”.

Amante del teatro di De Filippo, il Console ha ricevuto dall’associazione una rara incisione del 1685 rappresentante piazza dei Francesi a Roma, oggi sede dell'Istituto Francese nella capitale. Inoltre, al Console e a sua moglie Aurora Bergamini è stata donata una foto incorniciata di Eduardo con una dedica scritta dalla Ackermann.

“Oggi Napoli e la Francia si incontrano in molti punti”, afferma Burin des Roziers. “Lo scorso anno abbiamo celebrato questa città amatissima nel Centenario dell’Istituto Grenoble, inoltre facciamo lezioni in lingua napoletana e abbiamo collegamento con tantissimi siti culturali. Oggi, insomma, siamo “cugini” più che mai”.

Gennaro Stroppolatini ha incassato gli omaggi del presidente del Circolo Savoia, Fabrizio Cattaneo della Volta: “Complimenti a Gennaro per l'organizzazione perfetta dell'evento. Ringrazio il Console di Francia per le belle parole spese per il nostro circolo, e naturalmente la Ackermann che è una fuoriclasse del teatro e che, recitando uno stralcio da Filumena Marturano, ci ha fatto vivere un’emozione particolare”. 

La Ackermann sottolinea: “Grazie all’associazione “Gli Amici di Palazzo San Carlo” per questo evento. Noi tutti amiamo Eduardo, ci ha lasciato una grande eredità. La sua Napoli resta ancora oggi così bella e “malamente”, come lui la descriveva”.

Stroppolatini, che insieme alla sua associazione è molto impegnato sul territorio campano sul tema dell'inclusione sociale (da componente del board Bnl nel network MixCity di Bnl Bnp Paribas sostiene, in qualità di Ambassador, il valore di tutte le diversità di genere) ha concluso sottolineando come la cultura, l’arte e la musica siano l'unico fattore che  include in maniera incisiva tutte le persone di ogni ceto sociale, gruppo, identità sessuale o religiosa e ideologia politica: “La cultura è amore ed amicizia tra i popoli e nessuna pandemia potrà fermare questo grande sentimento”. 

 

Ultimo aggiornamento: 21:54 © RIPRODUZIONE RISERVATA