Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Una casa editrice di Pomigliano D'Arco al premio Strega

Martedì 15 Febbraio 2022 di Lucia Allocca
Una casa editrice di Pomigliano D'Arco al premio Strega

Pomigliano d'Arco. Una casa editrice di Pomigliano d'Arco al premio Strega con due opere. È la WojteK edizioni, piccola impresa indipendente fondata nel 2018 nella città delle fabbriche da Lucio Leone, Ciro Marino e Antonio Corduas. Tra il 2019 e il 2020 hanno poi aderito al gruppo anche  Alfredo Zucchi, Anna Di Gioia ed Eduardo Savarese. La casa editrice approda al premio più ambito e riconosciuto della letteratura italiana con «Quando le belve arriveranno» di Alfredo Palomba,  presentato da Riccardo Cavallero, ed  «È tardi!» di Eduardo Savarese,  presentato invece da Elisabetta Rasy. I due romanzi, infatti, sono tra le nuove segnalazioni della giuria degli Amici della Domenica per il Premio Strega 2022.  «Per noi casa editrice indipendente fondata a Pomigliano d’Arco – spiega Ciro Marino editore di Wojtek Edizioni - essere tra i dodici titoli del secondo gruppo di libri proposti per le candidature al Premio Strega, è una grandissima soddisfazione. Addirittura, quando abbiamo visto l’elenco stentavamo a crederci. E addirittura ben due dei nostri libri in lizza, ci riempie di orgoglio».  Un grande riconoscimento per la Wojtek ma anche un grande prestigio per l'intera città. «Per il mondo della cultura della nostra città –  ha infatti affermato Gianluca Del Mastro, sindaco di Pomigliano d’Arco – è davvero una bella notizia. Il riconoscimento a una casa editrice che dà lustro a un’intera città e che conferma la nostra intuizione di sostenere, fin dallo scorso settembre, il “FLIP” il Festival della Letteratura Indipendente di Pomigliano d’Arco, una tre giorni dedicata agli amanti degli "indipendenti”, organizzato proprio del Comune di Pomigliano e dalle librerie pomiglianesi Wojtek Libreria e Mio nonno è Michelangelo e dal blog letterario “Una banda di cefali”. Una felice iniziativa che nel corso di questi mesi ha avuto ulteriori risvolti e che sicuramente ripeteremo anche quest’anno».

© RIPRODUZIONE RISERVATA