«Vita SemperVincit», la croce in terracotta di Aversa in mostra a Sorrento

Mostra
di Antonino Siniscalchi

SORRENTO - La Cattedrale ospita fino al 1 luglio prossimo «Vita SemperVincit», la croce in terracotta alta 240 centimetri, che rappresenta la storia della salvezza, modellata dal maestro Marcello Aversa. Successivamente l'opera verrà esposta a Napoli dal 6 luglio al 1 agosto, in due sedi di grande prestigio, quali la Cattedrale di Sorrento e il complesso monumentale di Sant'Anna dei Lombardi. «Vita Semper Vincit» è correlata da dodici opere che rappresentano scene tratte dal Vecchio e dal Nuovo Testamento. Un cammino nella stria della Salvezza che inizia dal peccato originale per terminare con la scena di Gesù nell'orto degli ulivi.

Opere che abbracciano gioie e dolori, dal sorriso di un Bambino nato in una grotta, alla sofferenza di un Uomo che per salvare l'umanità viene inchiodato su di una croce. L'esposizione curata da Vincenzo Nicolella, Antonino Di Maio e Rinaldo Guidi in collaborazione con Daniela Rinaldini. Dal mese di settembre «Vita Semper Vincit» verrà collocata definitivamente in un luogo di culto della diocesi di Carpi, come simbolo di rinascita dal terremoto del 2012 che danneggiò quasi tutte le chiese. L’opera è composta da circa 40.000 pezzi tra foglie, fiori, rami e vari personaggi, che vogliono simboleggiare la vittoria della vita sulla morte, riprendendo un modus facendi diffuso a partire dal IV-V secolo. In quel periodo artisti e artigiani, rappresentando la Croce, iniziarono ad usare simboli della primordiale tradizione iconografica cristiana e ad inserire nella parte bassa un teschio o delle ossa come memento mori.
 
Martedì 11 Giugno 2019, 13:51
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP