La classe che non fa rumore per proteggere la piccola Camilla

Martedì 3 Dicembre 2019 di Ferdinando Bocchetti

Sono diventati le «ali» della piccola Camilla (nome di fantasia) i bambini della scuola dell’infanzia Giancarlo Siani di Mugnano. Hanno fra i tre e i cinque anni, eppure hanno subito compreso che la loro compagna di classe era una bambina con bisogni «speciali». E così, dall’inizio dell’anno scolastico, fanno a gara per sostenerla, renderla partecipe dei loro giochi, facendo attenzione a evitare rumori molesti: quelli che potrebbero arrecare seri disturbi alla piccola, costretta a fare i conti con una complessa e irreversibile patologia di carattere psicomotorio. La presenza di Camilla in classe richiedeva, insomma, un clima costruito su misura per lei, che fosse caratterizzato da un ambiente non rumoroso ma allo stesso tempo che fosse empatico e coinvolgente sotto il profilo affettivo. Le maestre, nelle settimane precedenti il suo inserimento nel gruppo dei compagni, hanno elaborato così un vero e proprio «protocollo d’azione», strutturato attraverso l’insegnamento ai bambini delle pratiche necessarie al buon esito dell’accoglienza.

LEGGI ANCHE La compagna è malata: 20 bimbi decidono di vaccinarsi

Il risultato è stato sbalorditivo. I piccoli, tutti di età compresa fra i tre e i cinque anni, hanno imparato che con Camilla - che di anni non ne ha ancora compiuti tre - si gioca seguendo una turnazione, parlando a bassa voce, ascoltando musica a basso volume e con modalità - anche di approccio fisico - completamente diverse rispetto a quelle a cui erano abituati. «Una strategia mirata - spiegano Maria Aprovitola, Stefania Del Prete e Stefania Puglia, le tre maestre di Camilla - che è stata e sarà applicata in tutte le fasi dell’anno scolastico. Prestiamo attenzione a tanti aspetti, anche quando bisogna spostare un banco o una sedia. La bimba, col passare delle settimane, si è integrata al meglio e i suoi compagni sono entrati in perfetta sintonia con il suo mondo. Anche la recita di Natale si svolgerà in una ambientazione realizzata ad hoc per la piccola. Quello che più ci colpisce però, al di là dell’impegno profuso per evitare frastuono e rumore, è la sensibilità di questi bambini: sono tutti pazzi della loro compagna di classe e tutti si prendono cura di lei».
 


Per sottolineare questo straordinario risultato i genitori di Camilla, papà Massimo e mamma Valy, con l’editore e amico Rosario Bianco della casa editrice Rogiosi hanno voluto premiare i bambini con una cospicua donazione di libri e albi per l’infanzia sia da portare a casa e leggere insieme ai genitori sia da custodire nelle biblioteche dei tre plessi del circolo didattico di Mugnano: la Biblioteca Giancarlo Siani (plesso via Napoli), la Biblioteca dei Piccoli (plesso Giuseppe Di Vittorio) e la Biblioteca Alberto Vallefuoco (plesso Eugenio Montale). La manifestazione per la consegna dei libri ai bambini si è tenuta qualche giorno fa alla presenza dei rappresentanti dei genitori e della dirigente scolastica Maria Micelisopo.

LEGGI ANCHE Il calvario della bimba malata di Aids rifiutata dalla scuola

«La nostra scuola - sottolinea la preside della Siani - mette al centro della propria azione educativa tutti i bambini e in particolar modo si prende cura di quelli “speciali” affinché possano sentirsi accolti e amati. Con Camilla tutto è iniziato la scorsa estate, quando abbiamo conosciuto i suoi genitori. Il percorso si è poi strutturato in più fasi: abbiamo dovuto individuare le insegnanti più idonee, stabilire un piano di lavoro e coinvolgere tutti i bimbi della sua classe. Un lavoro non facile, ma le maestre sono state straordinarie: in poche settimane, infatti, sono riuscite a trasferire i giusti input ai bambini che ora fanno a gara per giocare con lei. Come scuola ci stiamo impegnando - prosegue la dirigente Micelisopo - anche per la risoluzione della problematica attinente dall’assistenza materiale. Abbiamo sollecitato il Comune affinché possa inviarci presto qualcuno che possa consentire a Camilla di usufruire del servizio mensa. Abbiamo bisogno, infatti, di personale specializzato che al momento non possiamo garantire».

Ad essere premiate, con attestati di merito, anche le tre maestre e, naturalmente, la scuola Giancarlo Siani. «A tutte le bambine e i bambini della scuola materna del secondo circolo didattico Giancarlo Siani di Mugnano di Napoli, per aver accolto Camilla con la purezza dell’amore, con la solidarietà e con il sorriso che è proprio dei bimbi e delle persone belle. Che sia contagioso per noi adulti»: questa la motivazione dell’attestato di merito consegnato alla scuola Siani dalla Rogiosi Editore e dall’Accademia delle Arti Mestieri e Professioni. 
 

Ultimo aggiornamento: 11:19 © RIPRODUZIONE RISERVATA