Bill e Melinda Gates, lo strano accordo durante il matrimonio: «Un weekend all'anno con l'ex»

Mercoledì 5 Maggio 2021 di Anna Guaita
Bill e Melinda Gates, lo strano accordo durante il matrimonio: «Un weekend all'anno con l'ex»

Se il mondo ha reagito con grande sorpresa, alcuni amici più vicini sapevano da tempo che il matrimonio di Bill e Melinda Gates stava traballando. La documentazione per il divorzio, presentata da Melinda, è trapelata ieri sui media americani e non lascia dubbi sul fatto che la coppia è già separata, e anzi ha firmato un accordo di separazione in cui sarebbe contenuto anche il piano per la divisione dei beni che la coppia ha accumulato nei 27 anni di matrimonio.
Nei documenti due punti sono espressi chiaramente, che la coppia considera il matrimonio «irreparabilmente rovinato» e che si vedranno in tribunale nell'aprile dell'anno prossimo. Questo appuntamento tuttavia sarà preceduto da un incontro con il giudice in settembre, per constatare se i due abbiano trovato un accordo definitivo e si possa risolvere tutto in modo amichevole.

Bill Gates e Melinda divorziano, un patrimonio da 300 miliardi di dollari da dividere


SUPER AVVOCATI
Girano voci che Bill e Melinda si siano assicurati i più importanti avvocati nel settore del divorzio, ma c'è anche chi sostiene che abbiano già risolto tutto nonostante la loro sia una ricchezza di dimensioni tanto gigantesche da poter essere paragonata al Pil di qualche nazione. Non bisogna dimenticare infatti che tutti e due sono metodici, fortemente portati alle scienze informatiche e all'economia, e tutti e due sono manager di eccellente livello. Bill ha sempre avuto una grande ammirazione per le donne intelligenti, tanto che è sempre rimasto molto amico della sua prima fidanzata Ann Winblad: dopo il matrimonio ha concordato con Melinda di poter incontrare la sua ex ogni anno per un week-end di riposo.

 


Nel twitter identico che la sera di lunedì hanno messo in rete per annunciare la separazione, i Gates spiegano di aver speso tempo ed energie nel tentare di salvare il matrimonio. Ora sappiamo anche che quando Bill ha lasciato del tutto la Microsoft nel 2020, lo ha fatto proprio per trascorrere più tempo con lei. A San Valentino del 2020, Bill twittava una foto con Melinda in cui dichiarava «Non avrei potuto chiedere un partner migliore per il mio viaggio». In un documentario dell'anno prima, Bill diceva: «Con lei ho davvero un rapporto paritario, lei è molto come me, ottimista e appassionata della scienza».
E tuttavia, non appena la figlia minore, Phoebe, ha compiuto 18 anni, è arrivato il divorzio. Gli amici bene informati sostengono che l'essere stati partner eguali aiuterà Bill e Melinda a restare amici, e che non ci saranno lotte. Non si può comunque negare che dividere il patrimonio debba essere complicato. Tutti e due hanno attività separate e indipendenti, lei ha fondato nel 2015 la società di investimenti «Pivotal Ventures» e lui nello stesso anno ha creato la «Gates Ventures». Tutti e due hanno firmato la «Giving Pledge», l'impegno a dare in beneficenza oltre la metà dei propri beni prima della morte, e nel 2000, su istigazione di lei, hanno aperto la Fondazione Bill e Melinda Gates, alla quale hanno già trasferito 50 miliardi di dollari. Ultimamente la Fondazione ha investito più di un miliardo di dollari nella pandemia. Bill e Melinda hanno scritto che intendono continuare a gestirla insieme, ma esperti del settore pensano che Melinda vorrà essere sempre più generosa. Se mai ci sono stati segnali di disaccordo fra i due, infatti, è stato proprio sulla necessità di essere più generosi con la loro ricchezza, che lei giudicava eccessiva: «Diventerà una donatrice molto più progressista suggerisce David Callahan, studioso della filantropia americana -. Con il patrimonio che le toccherà è probabile che apra un'altra fondazione per concentrarsi sui temi che le stanno più a cuore».


GLI INVESTIMENTI
Melinda è da tempo impegnata nell'aiutare le donne a conquistare l'autosufficienza, soprattutto nei Paesi in via di sviluppo. La ricchezza di Bill Gates non è più esclusivamente legata alla Microsoft, dalla quale oggi dipende meno del 20% del suo valore. Nel corso degli anni, Bill ha investito in catene di alberghi, concessionarie automobilistiche, fabbriche di macchine agricole, ferrovie, immense proprietà terriere, varie ville, un'isoletta nei Caraibi, e ha perfino quasi due miliardi di dollari di azioni della Diageo, la società di prodotti alcolici come il whisky Johnny Walker e la birra Guinness.
Nel garage della sua villa sul Lago Washington nell'omonimo Stato, conserva una raccolta di auto sportive di immenso valore come la Ferrari 348. Nella stessa villa, il cui valore si aggira sui 130 milioni di dollari, conserva una raccolta di opere d'arte che comprendono anche il Codex Leicester, la famosa raccolta di scritti di Leonardo Da Vinci che Bill comprò nel 1994 per 30 milioni e oggi ne vale il doppio.

Ultimo aggiornamento: 09:43 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento