Facebook, bando confermato per Donald Trump. Il tycoon non ci sta: «Dei pazzi di sinistra» e lancia il suo social

Mercoledì 5 Maggio 2021
Facebook conferma il bando di Donald Trump: ma l'ex presidente ha già lanciato la sua piattaforma social

Donald Trump non potrà più avere un profilo Facebook, almeno per i prossimi mesi. Il comitato di supervisione di Facebook ha deciso di confermare il bando di Donald Trump dalla piattaforma, ma non in forma definitiva. E il tycoon non ci sta. «Quello che Facebook, Twitter e Google hanno fatto è una vergogna ed un imbarazzo per il Paese». È quanto afferma Donald Trump dopo che il comitato di controllo di Facebook ha deciso di confermare il bando dell'ex presidente dalla piattaforma, stabilendo che la decisione potrà essere rivista tra sei mesi. «La libertà di parola è stata tolta al presidente degli Stati Uniti - ha aggiunto Trump nel suo comunicato - perché i pazzi estremisti di sinistra hanno paura della verità, ma la verità viene sempre fuori, più grande e più forte di prima». 

 

I fatti -  Il Facebook Oversight Board è un gruppo esterno di esperti indipendenti creato dal fondatore Mark Zuckerberg per riesaminare le scelte più spinose della policy del social network. Trump era stato bandito «a tempo indefinito» il 7 gennaio dal comitato per il Controllo della piattaforma a seguito dell'assalto al Congresso da parte dei suoi sostenitori dopo una lunga serie di dichiarazioni accese che l'ex presidente aveva affidato ai social, sostenendo che le elezioni del 4 novembre 2020 erano state truccate e la vittoria di Joe Biden era illegittima. Tanto che tutte le piattaforme social, avevano deciso per tentare di frenare l’ondata di disinformazione sulle elezioni e l’organizzazione di azioni violente che si stava riversando sui social network. Ma mentre le altre piattaforme aveva optato per impedire per sempre a Trump di tornare a pubblicare i suoi contenuti, Facebook ha preferito delegare la decisione finale al Board. Ma il sito del Board aggiunge però che «non è comunque appropriato per Facebook imporre sospensioni indeterminate e senza standard a tempo indefinito». E ripassa la decisione definitiva alla piattaforma che dovrebbe rivedere il provvedimento entro 6 mesi. La nuova sanzione potrà essere una sospensione temporanea oppure l’eliminazione del profilo, ma in ogni caso dovrà essere giustificata sulla base di regole chiare.

 

Trump crea la sua piattaforma - Ma l'ex presidente degli Stati Uniti era già pronto a questo risultato difatti ieri ha lanciato la sua piattaforma social. La nuova piattaforma consentirà all'ex presidente di pubblicare commenti, foto e video e gli darà la possibilità di comunicare direttamente con i suoi sostenitori. Quindi nessun prblema per i sostenitori dell'ex presidente che potranno comunicare ed essere informati attraverso il sito chiamato From the Desk of Donald J. Trump, dove saranno caricati anche video e comunicati. Si tratta di una sorta di ecosistema digitale creato per gestire in modo efficiente le campagne e le organizzazioni politiche, creato dal suo ex responsabile della campagna, Brad Parscale. Trump ha pianificato di «andare avanti» con i piani per la sua piattaforma sociale dopo essere stato bandito da Facebook, Instagram e Twitter in seguito alle rivolte del Campidoglio del 6 gennaio.

 

Ultimo aggiornamento: 17:49 © RIPRODUZIONE RISERVATA