I Maneskin sul palco dei Rolling Stones conquistano Las Vegas: Mick Jagger li ringrazia (in italiano)

Domenica 7 Novembre 2021 di Veronica Cursi
I Maneskin sul palco dei Rolling Stones conquistano Las Vegas: Mick Jagger li ringrazia (in italiano)

"This is Maneskin!", urlavano sul palco di X Factor quei quattro ragazzini romani che, appena 4 anni fa, da un angolo di via del Corso, a suon di rock e faccia tosta, inseguivano il sogno di diventare rockstar. Ed eccoli ora i Maneskin, 4 anni e mille successi dopo, alla scoperta dell'America. «La band più sexy del pianeta», come l'ha definita Drew Barrymore dietro le quinte del Jimmy Fallon show, dopo aver trionfato in Europa ha conquistato anche Las Vegas. E non un palco qualsiasi. Fasciati in una tutina a stelle e strisce, Damiano & Co hanno aperto ieri sera lo show dei Rolling Stones nella città dei casinò. E non sono stati né zitti, né buoni. Con Victoria, Ethan e Thomas hanno conquistato l'enorme platea dei fan degli Stones con mezz'ora di rock puro, in cui hanno presentato un viaggio nei loro pezzi più forti, da "Zitti e Buoni", il brano con cui si sono imposti prima a Sanremo e poi all'Eurovision Song Contest, a "I Wanna Be Your Slave". Grandi applausi dagli spettatori, che hanno anche invocato a più riprese il nome del frontman Damiano. 

Maneskin, Drew Barrymore si emoziona incontrando la band al Tonight Show di Jimmy Fallon

Maneskin: Victoria, Ethan e Thomas “uccidono” Damiano, il video pulp di “Mammamia” è già cult

I saluti di Mick Jagger

Una performance spavalda, senza alcun timore reverenziale e acclamata dalle migliaia di spettatori in attesa di Mick Jagger & company. «Hello Las Vegas! È un onore essere qui ed avere la possibilità di suonare sul palco della band più grande di sempre», le parole del frontman Damiano. Poi solo musica. Note vibranti che scaldano immediatamente l'atmosfera dell'Allegiant Stadium e sciolgono il pubblico, anche i più scettici e quelli che i Maneskin non li avevano mai ascoltati . Si parte con due brani in italiano, tratti dall'ultimo album Teatro d'Ira: In nome del Padre e Zitti e Buoni. Si prosegue con una decina di pezzi eseguiti con grande energia da Damiano, Victoria, Thomas e Ethan, che suonano, cantano e danno spettacolo facendo ballare la folla.

Video

Pubblico in delirio, poi, alle prime note di "Beggin", il brano che li ha resi famosi negli Stati Uniti e grazie al quale hanno già ottenuto il disco di platino in Usa, oltre a un impressionante numero di ascolti su Spotify. E poi l'ultima creazione della band romana, Mamma Mia, applauditissima. E non poteva mancare l'omaggio a colui che è un pò il mentore della band romana, Iggy Pop, con un pezzo iconico del repertorio dei The Stooges, I Wanna Be Your Dog. A chiudere lo show I Wanna Be Your Slave, «la nostra canzone preferita», spiega Damiano poco prima di introdurre sul palco gli Stones.

E proprio la leggenda del rock, dopo essere salito sul palco, li saluta (in italiano): «Grazie mille ragazzi!» Per i Maneskin è un trionfo. 

Sui social è subito un tripudio di complimenti ai ragazzi di Monteverde: «Amazing boys!», «Sono stati grandiosi, fantastici, emanano energia positiva», «Mi piace come combinano rock, funk e R&B». E c'è chi scrive: «Ero venuto per i Rolling Stones, ma ho scoperto di essere qui per il chitarrista dei Maneskin!». 

Il tour americano e il concerto a Roma

Dal concerto alla Bowery Ballroom di Manhattan all'esibizione al Roxy Theatre di Los Angeles, passando per la partecipazione al popolarissimo show televisivo Jimmy Kimmel Live, i Maneskin, dunque, stanno conquistando tutto. E dopo la notte di Las Vegas ad aspettarli ci sarà il tour italiano che culminerà il prossimo luglio in un grande concerto al Circo Massimo, a Roma, prima di volare al festival musicale di Lollapalooza a Parigi. 

 

Ultimo aggiornamento: 8 Novembre, 07:23 © RIPRODUZIONE RISERVATA