Azzolina e Salvini, botta e risposta su Twitter: «Non sai neanche come si scrive plexiglass». Ma ha ragione lui

Martedì 9 Giugno 2020
Scuola, botta e risposta tra Azzolina e Salvini: «Non sai neanche come si scrive plexiglass». Ma ha ragione lui

Plexiglas o plexiglass? Uno dei termini più usati per il dopo-pandemia (in particolare riguardo al rientro a scuola) è diventato protagonista di un dibattito social tra la ministra dell'Istruzione, Lucia Azzolina, e Matteo Salvini. Tutto è cominciato con un tweet del leader della Lega che ha condiviso lo sfogo di una mamma attaccando il decreto scuola: «Tante famiglie in tutta Italia chiedono sorrisi e speranza per i loro figli, non il plexiglas. Non è questo il futuro da dare alla scuola #Azzolinabocciata».

Scuola a settembre, tutti i dubbi dei presidi: «Plexiglass e orari scaglionati? Impossibili»
Scuola, Azzolina: «Mai pensato di chiudere studenti in cabine di plexiglass: vogliamo tornare alla normalità»

Ma la ministra alla "bocciatura" virtuale non ci sta e replica per le rime: «Non hai letto il decreto (non è una novità), fai propaganda sulla sicurezza (non ci sarà nessuna gabbia di plexiglass). E non sai neanche come si scrive “plexiglass”. Essere bocciata da te è una promozione. Basta fake news, con la salute dei bambini non si scherza»

In realtà non è proprio così: plexiglas e plexiglass sono due nomi commerciali della stessa plastica, il polimetalcrilato (PMMA). Plexiglass, con la doppia "s", è un marchio commerciale che però è diventato di utilizzo comune. Entrambe le dizioni, però, sono corrette e utilizzare quella con una sola "s" non è quindi un errore. 
 

Ultimo aggiornamento: 18:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA