Green Pass, obbligo dal 6 agosto: cosa si può fare, divieti per zone gialle e nodo autocertificazione

Martedì 27 Luglio 2021
Green Pass, obbligo dal 6 agosto: cosa si può fare, divieti per le zone gialle e nodo autocertificazione

ROMA Ancora pochi giorni e il Green Pass inizierà a diventare il nostro più importante compagno di viaggio. Si inizia da venerdì 6 agosto ma già sono in corso le riunioni per un nuovo decreto e quindi per nuovi obblighi. Sinora il lasciapassare, che certifica la prima dose o il completamento della vaccinazione o anche l’esito negativo del tampone, si doveva avere per partecipare a matrimoni, feste o per andare a visitare un anziano in un Rsa.

«Il virus non andrà via per decenni, forse secoli»: la previsione del professore inglese

Green pass, quando andrà esibito

Dal 6 agosto la certificazione verde si dovrà anche esibire per entrare in quelle che il Comitato Tecnico Scientifico definisce “specifiche aree a rischio e al chiuso”. Occorrerà quindi per andare al cinema, in palestra o in piscina. Ma anche per sedersi al chiuso al bar o al ristorante. E ancora per partecipare a concorsi pubblici o eventi sportivi, entrare in centri termali, sale bingo, musei, parchi tematici. Restano chiuse le discoteche sia all’aperto che al chiuso. Inoltre quarantena ridotta per chi ha il lasciapassare verde. Malgrado le polemiche il governo è seriamente impegnato ad allargare già dai prossimi giorni le attività per le quali sarà obbligatorio averlo in tasca ed esibirlo dietro richiesta.

 

Covid, i vip che ancora non si sono vaccinati: «Non sono contraria ma...»

Tre i settori sui quali si pensa di intervenire: la scuola, i trasporti e il lavoro. La discussione è appena iniziata, ma c’è da attendersi novità per la metà del mese prossimo. Nell’ultimo decreto sono stati anche aggiornati i criteri per entrare in zona gialla. Secondo le nuove regole scatta se i ricoveri in terapia intensiva superano il 5% e il 10% per i ricoveri ordinari. Quindi non più l’indice Rt dei contagi ma si valuta la percentuale di occupazione dei posti letto. Se una regione entra in zona gialla sono limitati gli spostamenti tra Regioni e Province di diverso colore. Gli spostamenti verso abitazioni private vengono limitati a una sola, abitazione e una sola volta al giorno. Gli spostamenti da una regione gialla ad una arancione o rossa devono essere invece giustificati da autocertificazione o possono avvenire solo se in possesso del lasciapassare. In zona gialla torna l’obbligo delle mascherine all’aperto e torna il limite a quattro dei commensali sia all’aperto che al chiuso. Sono invece prive di fondamento le ricostruzioni relative all’intenzione del governo di rendere obbligatoria la certificazione Green pass per accedere ai seggi elettorali.

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 28 Luglio, 00:06 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento