Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

MATTEO SALVINI

Matteo Salvini, tour a Lampedusa tra selfie e giro in barcone. E Silvio gli presta la villa

Una due giorni nell'isola delle Pelagie per il leader della Lega che così ha lanciato la sua campagna elettorale

Venerdì 5 Agosto 2022 di Mario Ajello
Matteo Salvini, ecco la visita a Lampedusa: la notte nella villa di Berlusconi, il tuffo a Cala Francese e la gita in barca

Se vuoi essere l’erede politico di Silvio, devi berlusconizzarti. Matteo Salvini ha capito benissimo questo assunto. Non solo fidanzandosi con Francesca Verdini figlia di Denis l’ex amico del Cavaliere a cui il leader forzista vuole ancora bene (ricambiato) e frequentando la villa toscana del genero con piscina che è un paradiso simil-berlusconiano, ma anche diventando un intimo della corte di Arcore. Al punto di essere l’unico politico invitato alle quasi-nozze del leader forzista. Ora l’identificazione del capo leghista in quello che è diventato il suo mito risulta ancora più plateale per il fatto che Salvini s’è piazzato a casa di Berlusconi a Lampedusa per due giorni. Fino a diventare un po’ la controfigura, più slanciata e più capelluta, dell’anziano leader. E come Silvio, anche Matteo ha mescolato in queste ore relax privato e politica, spensieratezza da signorone in vacanza davanti alla spiaggia bianca (villa a due piani acquistata da Berlusconi nel 2011 come spot elettorale sulla lotta all’immigrazione) e concentrazione sulla campagna per il voto del 25 settembre. 

Salvini a Lampedusa, la gita in barca 

Eccola la berlusconizzazione di Matteo, e del resto atteggiarsi a Cav dev’essere una piacevole cedevolezza un po’ di tutti, visto che anche Blair quando andò in Sardegna a Villa Certosa con la bandana in testa pareva un berluschino o un super-berluscone. Ora tocca a Salvini. Nulla di più silviesco del giro in barca con pioggia di selfie (anche se il battello scelto da Salvini appare più un barcone che un panfilo). E nulla di più silviesco di abitare chez Cav e aggirandosi in quella dimora - dove Berlusconi è stato una volta sola dopo averla acquistata - con la naturalezza di chi si sente in un ambiente familiare. 


In FI malignano: Salvini è il figlio che Berlusconi non ha mai avuto. Ma figuriamoci: Matteo più berlusconiano di Pier Silvio e di Luigi, l’ultimogenito del Cav (che oltretutto è l’unico dei Berluscones ad aver visitato la villa lampedusana)? No, è solo che il leader della Lega è sinceramente affezionato (ricambiatissimo) a Zio Silvio e chissà se in privato lo chiama così. In questi due giorni da “mia casa, tua casa”, il capo lumbard ha trasformato Villa Due Palme nel suo quartier generale dove ha convocato ospiti e improvvisato riunioni. E racconta Matteo: «Silvio me lo diceva da un sacco di tempo: se vai a Lampedusa, c’è un posto magnifico dove io non riesco mai ad andare. E io ho risposto: ok caro Silvio, mi sacrifico». Lo ha fatto e ieri ha annunciato all’ora di colazione: «Ho dormito benissimo a Villa Due Palme». La prossima volta vorrebbe tornarci con Francesca ma se ci fosse anche il Cav sarebbe il massimo.

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 6 Agosto, 11:29 © RIPRODUZIONE RISERVATA