Incidente a Nettuno, la sorellina di Nicole torna a casa: non sa che la bimba è morta. Le hanno detto che è a Roma

Nettuno, la sorellina di Nicole torna a casa. Autopsia sul corpo della bimba morta
Nicole Maddonni è morta sul colpo, la bimba di quasi 9 anni (il suo compleanno sarebbe stato a settembre) è rimasta schiacciata dalla stessa auto in cui stava viaggiando con la sorellina e il papà a Nettuno. Al volante Gabriele Maddonni, 39 anni, che non avrebbe potuto neanche guidarla quella Bmw 320 poiché la patente gli è stata ritirata 9 anni fa ed è risultato positivo all'alcol test. 




Sul corpo di Nicole il Giudice ha disposto l’autopsia, che verrà effettuata nei prossimi giorni presso l’ospedale di Tor Vergata per avere maggiori informazioni su quanto accaduto in quei terribili istanti. Ci sono buone notizie per la sorellina di 7 anni di Nicole, ricoverata subito dopo lo schianto in gravi condizioni ma dimessa nella serata di ieri dall'ospedale di Anzio. La piccola ancora non sa quanto accaduto a Nicole, i parenti le hanno detto che è stata portata a Roma per essere curata.
 
 


Maddonni, il padre dell bambine, è stato rilasciato già all'alba della mattina seguente all'incidente, avvenuto nella notte tra venerdì e sabato ed è stato invitato a lasciare Nettuno, dove vive, per evitare il linciaggio da parte dei parenti sconvolti dalla morte di Nicole. L'uomo è stato sottoposto all'alcoltest, che ha riscontrato un tasso alcolemico pari a 0,80 ma a diverse ore dall'incidente: l'ipotesi è che quando si è messo alla guida fosse ancora più elevato. L'uomo ha scampato il carcere perché la soglia di sforamento del tasso alcolemico era minima e pur essendo scappato dall'ospedale dove è stata ricoverata la figlia minore insieme alla madre, sotto choc dopo aver appreso la notizia, non ha omesso il soccorso alle bambine.
Domenica 12 Agosto 2018, 10:44 - Ultimo aggiornamento: 12-08-2018 18:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP