No all'ergastolo, Cutolo e Zagaria
già pronti a chiedere i permessi

ARTICOLI CORRELATI
di Mary Liguori

8
  • 294
Da un lato la Corte europea dei diritti dell'uomo, dall'altro la Consulta. Mancano dodici giorni al verdetto della Corte costituzionale sul ricorso del boss di Cosa nostra Sebastiano Cannizzaro, condannato all'ergastolo per mafia, omicidi e soppressione di cadavere. Elemento di spicco del clan Santapaola ritiene di avere diritto ai permessi premio. Un principio che ha fatto già valere dinanzi alla Cedu Marcello Viola, pluriomicida contro il cui ricorso si è appellata, perdendo, l'Italia. Dopo il rigetto di Strasburgo, due giorni fa, la sentenza della Consulta, attesa per il 22 ottobre, rappresenta un altro spartiacque in materia di diritti dell'uomo e di ergastolo ostativo. E più ergastoli di Ferdinando Cesarano, in Italia, non li ha presi nessuno. Sono trenta e li sta scontando a Opera, dove è detenuto dal 2002. Secondo la magistratura italiana, neanche il 41bis è sufficiente a renderlo inoffensivo: nei suoi confronti sono applicate da tempo anche altre misure straordinarie di sorveglianza.

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Giovedì 10 Ottobre 2019, 09:16 - Ultimo aggiornamento: 10-10-2019 19:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 8 commenti presenti
2019-10-10 18:33:47
Hanno ucciso persone, commessi gravi reati, hanno permesso di piantare rifiuti nucleari lasciando morire migliaia di persone e chissà altri che avranno la triste morte voluta dalle loro mani, chi è quel GIUDICE o Parlamentare che firma l'approvazione di concedere i domiciliari a questi assassini, farlo vuol dire lasciarli di far uccidere nuova gente per mano dello STATO.
2019-10-10 14:54:59
Marcire in galera!Asmodeo
2019-10-10 13:15:44
Per organizzare altri omicidi o qualche traffico illecito.....
2019-10-10 13:12:39
Si vede chiaramente che l'Europa non conosce la storia delle stragi ed i lutti che sono stati seminati da questi delinquenti.
2019-10-10 12:41:55
Questa gente tempo fa ha fatto una scelta: quella di vivere mangiando sulle spalle degli onesti e dei lavoratori. Per farlo non hanno esitato ad uccidere a sangue freddo persone indifese, donne, bambini e servitori dello Stato, gettando nella più completa disperazione i loro familiari. Non dico di esecutarli perchè scenderei al loro livello ma devono restare in carcere fino alla fine dei loro giorni ed uscirci solo "con i piedi davanti".

QUICKMAP