Caos piazza San Carlo, il marocchino nega: «Non ero lì, arrivai dopo». Accuse choc a due amici

Caos piazza San Carlo, il marocchino nega: «Non ero lì, arrivai dopo». Accuse choc a due amici
ARTICOLI CORRELATI
Aymene Es Sabihi, 19 anni, nato in Marocco e residente a Torino, è stato interrogato questa mattina in carcere a Cuneo: il giovane è uno dei componenti della banda dello spray arrestato dalla polizia del capoluogo piemontese per furti e rapine messe a segno in Italia e all'estero. A due degli amici che quella sera Aymene raggiunse in piazza, la Procura contesta, tra gli altri, il reato di morte in conseguenza di altro delitto e le lesioni.



La sera del 3 giugno 2017 si trovava in piazza San Carlo insieme ad altri membri della gang. «Al momento - spiega il suo difensore, l'avvocato Basilio Foti - non gli è stata avanzata nessuna contestazione che abbia a che fare con ciò che è accaduto in piazza San Carlo». Il ragazzo ha ammesso di aver partecipato ai furti e alle rapine. «Con piazza San Carlo non c'entro nulla - ha detto - Sono arrivato dopo la partita».
Martedì 17 Aprile 2018, 15:39 - Ultimo aggiornamento: 17-04-2018 19:43
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2018-04-17 18:00:36
Mica è scemo ha capito come funziona deve negare sempre così l'assoluzione è sicura.
2018-04-17 16:52:30
ma quest'anno i fans della 'ndrina di torino festeggeranno il 7 scudetto sempre in pza s. carlo??????

QUICKMAP