Cannibale uccide la compagna, poi la mangia e abusa sessualmente del cadavere

Giovedì 9 Novembre 2017
Cannibale uccide la compagna, mangia il cervello e beve il sangue, e poi abusa sessualmente del cadavere

Cannibale uccide la compagna, mangia il cervello e beve il sangue, e poi abusa sessualmente del cadavere.

Dmitry Luchin, 21, è accusato di aver ucciso una donna di 45 anni, conosciuta solo come Olga B, lo scorso 8 marzo. Il giovane, che frequentava la donna più matura da qualche mese, l'avrebbe prima stordita spaccandole una bottiglia in testa e poi l'ha accoltellata al petto per 25 volte.

Dopo il delitto ha fatto il corpo a pezzi mangiandone alcune parti. Secondo quanto riporta il Daily Mail, l'uomo ha confessato tutto: «Mi è piaciuto il gusto del suo cervello, così ne ho mangiato anche altre parti», ammettendo di aver raccolto e bevuto il sangue della sua vittima. Il 21enne è stato imprigionato e ora sarà sottoposto a un processo.

Dmitry non ha dato una spiegazione logica delle motivazioni che lo hanno portato a compiere un simile gesto: «Ho sentito "clic" in testa, quando è uscita a fumare mi è venuto l'istinto di ucciderla e l'ho fatto», ha ammesso. Dopo averla uccisa e averne mangiato alcune parti del corpo, ha ulteriormente tagliuzzato il cadavere, dando alcune parti in pasto ai gatti e, infine, ha abusato sessualmente del corpo senza vita.

Ultimo aggiornamento: 19:25 © RIPRODUZIONE RISERVATA