Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Bill Cosby e Roman Polansky espulsi dagli Oscar: «Non sono eticamente idonei»

Giovedì 3 Maggio 2018
Roman Polansky e Bill Cosby

Non eticamente idonei: con questa motivazione l'Academy taglia i ponti con Roman Polanski e Bill Cosby e li espelle dal suo board. La notizia è stata data dalla stessa organizzazione che conferisce i premi Oscar. La decisione dell'Academy segue di pochi giorni il verdetto di colpevolezza emesso da una corte di Filadelfia contro l'ex papà d'America per tre capi d'accusa di violenza sessuale. 


LEGGI ANCHE «Bill Cosby un mostro, mi ha stuprata». Modella scoppia a piangere in diretta

 

 

Sul regista franco-polacco pende invece da oltre 40 anni un mandato di arresto da parte degli Stati Uniti con l'accusa di aver commesso violenza sessuale con l'aiuto di sostanze stupefacenti ai danni di una ragazzina di tredici anni. Inoltre Polanski è attualmente sotto inchiesta da parte della polizia svizzera per un altro presunto stupro nel 1972 nella località elvetica di Gstaad ai danni di una ragazza che all'epoca aveva 15 anni. I due nomi noti del 'club degli Oscar' sono solo le ultime due teste a cadere sull'onda del movimento #metoo che ha incoraggiato centinaia di donne a farsi avanti e a denunciare gli abusi subiti, in particolare nell'ambiente di lavoro, da parte degli uomini.

LEGGI ANCHE Bill Cosby colpevole di molestie sessuali: il “papà buono” dei Robinson rischia 30 anni di carcere

Prima di Polanski e Cosby la scure si era già abbattuta su Harvey Weinstein, il produttore hollywoodiano per antonomasia, anche lui travolto dagli scandali di abusi sessuali seriali. Weinstein era stato cacciato via lo scorso ottobre e anche lui era stato liquidato con un comunicato scarno. «Non vogliamo solo separarci da qualcuno che non merita il rispetto dei suoi colleghi - si leggeva - ma anche inviare un messaggio: l'era della deliberata ignoranza e della vergognosa complicità in un comportamento sessuale predatorio e di molestie sul lavoro nella nostra industria è finito». Il produttore ha tuttavia mantenuto l'Oscar vinto nel 1999 con 'Shakespeare in Lovè. Allo stesso modo Polanski conserverà la statuetta vinta nel 2003 come miglior regista per il film 'Il Pianistà.

All'epoca non partecipò alla cerimonia di consegna per il rischio di venire immediatamente arrestato dalle autorità americane. La Television Academy, organizzazione equivalente all'Academy per la televisione e promotrice degli Emmy, ha invece rimosso il nome di Cosby dalla lista della sua Hall of Fame nonché la sua statua dall'Academy's Hall of Fame Plaza. Allo stesso tempo, istituzioni accademiche come Yale University e Temple University hanno revocato all'attore la laurea ad honorem. L'Academy ha rivisto i suoi standard etici lo scorso dicembre subito dopo l'espulsione di Weinstein e ha stabilito un codice di condotta per tutti i suoi membri.

Ultimo aggiornamento: 5 Maggio, 08:35 © RIPRODUZIONE RISERVATA