Covid Usa, ok a vaccino Pfizer per gli adolescenti dai 12 ai 15 anni

Martedì 11 Maggio 2021
Usa, vaccino Pfizer autorizzato anche per gli adolescenti dai 12 ai 15 anni

Era atteso da alcuni giorni negli Stati Uniti il via libera per il vaccino Pfizer alla fascia 12-15 anni. Un'autorizzazione che è arrivata dalla Food and Drug Administration dopo che Pfizer aveva comunicato i risultati della sperimentazione sugli adolescenti: il vaccino è almeno altrettanto efficace come lo è negli adulti. 

Vaccinare i più giovani è anche la chiave per aumentare il livello di immunità di gregge e ridurre il numero di ricoveri e decessi, tanto che nei giorni scorsi è partita una vera e propria campagna sui media e sui social per convincere i più giovani a vaccinarsi. Barack Obama, per esempio, ha diffuso un video messaggio su TikTok, la piattaforma tanto cara alla generazione Z.

L'ok della Fda apre ora la campagna di vaccinazione a milioni di altri americani. In particolare, con il via libera si apre la vaccinazione a un altro 5% della popolazione degli Stati Uniti, quasi 17 milioni di persone in più, per un totale dell'85% della popolazione statunitense che avrà diritto a ricevere un vaccino Covid-19. L'amministrazione Biden ha detto che si mobiliterà rapidamente per preparare le vaccinazioni per i ragazzi dai 12 ai 15 anni attraverso il programma farmaceutico federale, pediatri e medici di famiglia. Secondo i dati presentati da Pfizer alla fine di marzo uno studio clinico su 2.260 adolescenti di età compresa tra 12 e 15 anni ha mostrato che l'efficacia del vaccino è del 100% ed è ben tollerato. Pfizer sta anche vagliando l'efficacia e la sicurezza del vaccino sui bambini tra i 6 e gli 11 anni e ha annunciato che prevede di arrivare chiedere l'autorizzazione per l'uso di emergenza su questa fascia di età a settembre prossimo.

Ultimo aggiornamento: 12 Maggio, 09:27 © RIPRODUZIONE RISERVATA