Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Decapitano un cane e lasciano la testa sulla maniglia del pub: la vendetta per una lite in fila

Lunedì 16 Maggio 2022
immagine di repertorio

Hanno decapitato un cane e lasciato la testa sulla maniglia della porta di un pub. Un orrore che è costato una condanna a 19 mesi di prigione per due teppisti inglesi del Lancashire. Quattro anni fa i due erano nel pub The Baron's Rest ad Astley Village, e durante la fila avevano avuto una discussione con un altro cliente. Tutto sembrava essersi concluso sul posto, invece la coppia di 31 e 39 anni stava già meditando vendetta. Il giorno dopo infatti sono andati a casa del rivale per rapire il cane di famiglia, Bailey, uno Yorkshire Terrier. Sono poi tornati al pub e lì hanno decapitato il cucciolo per lasciare la testa insanguinata sulla maniglia della porta.

 

Leggi anche > Bimbo di tre anni sbranato da un cane muore in ospedale

 

A fare la macabra scoperta era stato un bimbo insieme alla madre che ha allertato la polizia. Dopo aver esaminato le riprese delle telecamere di sicurezza, gli agenti hanno individuato immagini che mostravano il 39enne mentre buttava qualcosa avvolto in un tappetino per auto in un cespuglio. Un involucro che conteneva, si è poi scoperto, il corpo decapitato del cane. Dopo una lunga serie di indagini i due sono stati adesso condannati dal tribunale di Preston. «E' stata una lunga indagine - ha commentato il sergente Paul Harrison a capo della squadra di investigatori - che ha coinvolto diversi agenti che hanno dovuto visionare ore di riprese delle telecamere. E' stato poi confrontato il dna della testa e del corpo di Bailley con il sangue trovato all'interno e sul veicolo che i due stavano usando. Vorrei ringraziare tutti gli agenti coinvolti che hanno lavorato instancabilmente per portare a conclusione questa indagine».

Ultimo aggiornamento: 23:13 © RIPRODUZIONE RISERVATA