Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Putin risponde alla battuta dei leader del G7:«Loro a torso nudo? Spettacolo disgustoso, devono fare sport»

Giovedì 30 Giugno 2022
Putin risponde alla battuta dei leader del G7:«Loro a torso nudo? Spettacolo disgustoso, devono fare sport»

Putin non ha perso la voglia di scherzare. Lo zar ha replicato ai leader dei Paesi del G7 che durante il vertice al castello di Elma, in Baviera, si sono lasciati andare a qualche battuta sul fisico che Putin ama mostrare durante le sue celebri uscite a caccia o a pesca. I nove (oltre ai leader dei sette Paesi anche la Presidente della Commissione Ue e il Presidente del Consiglio Ue) «offrirebbero uno spettacolo disgustoso se si spogliassero», ha detto Putin da Ashgabat, dove si è recato per il vertice dei Paesi del Caspio che si è tenuto, intorno a un tavolo rettangolare enorme, con i 5 leader dei Paesi rivieraschi rigorosamente in giacca e cravatta, abbassando ulteriormente il livello del dibattito. Contrariamente a lui, «i capi di Stato e di governo dei sette Paesi a economia più avanzata, non fanno sport, esercizio fisico, abusano di alcol e hanno pessime abitudini. Non so come vogliano spogliarsi, se sotto o sopra la cintura. Ma penso che in entrambi i casi sarebbe uno spettacolo disgustoso». 

A dare inizio alla ricreazione a Elmau era stato, e non avrebbe potuto essere altrimenti, il Premier britannico Boris Johnson. Dicendo che tutti potevano togliersi i vestiti per «far vedere che siamo più forti di Putin». La palla era stata raccolta, senza sforzo apparente, dal premier canadese Justin Trudeau, secondo cui i leader avrebbero potuto cercare di emulare le immagini di Putin, con l'immagine di una cavalcata a torso nudo. «Oh, yes. Una cavalcata è la cosa migliore», ha aggiunto von der Leyen. «Dobbiamo mostrare loro i nostri pettorali», la conclusione di Boris Johnson.

La battuta dei leader al G7

Ma cosa era successo durante il G7? L'immagine da duro di Vladimir Putin aveva fatto sorridere i leader del G7 che hanno dato vita a un siparietto sul fisico atletico, o presunto tale, del presidente russo, forse memori delle numerose volte in cui si è fatto fotografare a torso nudo a cavallo o a pesca, in un lago gelato o dal medico. «Con le giacche? Senza? Ci togliamo i cappotti?», ha chiesto il premier britannico Boris Johnson, prima delle foto di rito, sedendosi al tavolo nel castello di Elmau, che ospita il vertice, mentre gli altri scherzavano sul fatto di dover rimanere in maniche di camicia o anche meno. Il primo ministro canadese, Justin Trudeau, ha suggerito di aspettare la foto ufficiale prima di spogliarsi, ma Johnson ha insistito: «Dobbiamo dimostrare di essere più duri di Putin», e la battuta ha continuato a girare. «Facciamo uno spettacolo di equitazione a torso nudo», ha ribattuto Trudeau, riferendosi alla pittoresca foto del leader russo del 2009 che cavalcava proprio a torso nudo. «L'equitazione è la cosa migliore», ha affermato la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen, senza imbarcarsi nella questione dell'abbigliamento. Ma Johnson non ha mollato: «Dobbiamo mostrare loro i nostri pettorali». Poi i leader hanno posato - con le giacche addosso - per le foto, prima che i giornalisti fossero invitati a uscire dalla stanza, lasciando il dibattito sartoriale a porte chiuse.

 

Ultimo aggiornamento: 1 Luglio, 07:03 © RIPRODUZIONE RISERVATA