Covid, emergenza Romania: torna il coprifuoco. Situazione critica in tutti i Balcani

Domenica 24 Ottobre 2021
Covid, emergenza Romania: torna il coprifuoco. Situazione critica in tutti i Balcani

Continuano a preoccupare i dati del contagio Covid in Romania. Da lunedì verranno introdotte nel Paese nuove restrizioni tra cui il coprifuoco e obbligo di pass vaccinali per gran parte degli spazi pubblici. Da settimane in Romania si registrano quotidianamente bilanci fra i 15 mila e i 20 mila nuovi contagi, con centinaia di decessi, anche fino a 500. Il sistema sanitario è al collasso, e le terapie intensive sature, con decine di pazienti che vengono inviati in ospedali all'estero, in particolare nella vicina Ungheria. Molto a rilento la campagna vaccinale, con la Romania che, insieme alla Bulgaria, è agli ultimi posti nella Ue per percentuale di popolazione immunizzata, finora intorno al 30%.

La pandemia è in sensibile ripresa anche negli altri Paesi dei Balcani, in particolare in Serbia, dove va ugualmente a rilento la campagna vaccinale - solo il 53% circa ha ottenuto finora le due dosi. Il bilancio delle ultime 24 ore in Serbia è stato di 6.748 casi e 60 morti, in Croazia di 3.585 contagi e 25 decessi, in Slovenia di 2.270 casi e otto morti. In quest'ultimo Paese si è registrato il numero più alti di casi in sol giorno degli ultimi 10 mesi. La situazione epidemiologica resta molto critica anche in Bulgaria, Montenegro e Bosnia-Erzegovina, tutti Paesi con percentuali basse di immunizzati.

Italia, Europeo 2028 a rischio, c'è di nuovo Londra in agguato

Ultimo aggiornamento: 25 Ottobre, 10:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA