Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Ucraina, l'allarme: «Le acque del mar Nero sono piene di mine navali»

Martedì 22 Marzo 2022
Ucraina, l'allarme dalla Bulgaria: «Le acque del mar Nero sono piene di mine navali»

La guerra tra Russia e Ucraina si sposta con forza anche in mare. E l'allarme di numerose mine navali alla deriva nel mar Nero è stato lanciato questa mattina dalle autorità bulgare. Una soffiata che arriva dai servizi segreti russi e che ha costretto il governo bulgaro ad allertare i propri pescherecci affinchè non si inoltrassero nelle acque del mare su cui si affacciano Odessa, la Crimea e Mariupol

Leggi anche > Ikea in Russia diventerà «Idea»: altro caso dopo McDonald's e Zio Vanya

L’allerta è stata diffusa in relazione alle notizie apparse nelle ultime ore, da fonti di intelligence russe, secondo cui «diverse centinaia» di mine navali, collocate lungo le rive di Odessa, si sarebbero staccate dagli ormeggi a seguito del mare mosso per poi disperdersi nelle acque, andando a costituire una seria minaccia per le navi.

Il direttore esecutivo della Direzione per il monitoraggio della pesca e dell'acquacoltura (IARA) della Bulgaria, Hristo Prodanov, ha detto che il governo di Sofia sta adottando tutte le misure necessarie: «I nostri confini marittimi sono costantemente monitorati, così come i percorsi di tutte le navi nel Mar Nero». 

Ultimo aggiornamento: 20:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA