Variante Delta, in India responsabile dell'80% dei casi: i risultati di uno studio

Martedì 20 Luglio 2021
Delta, in India responsabile dell'80% dei casi: i risuatati di uno studio

In India la variante Delta è responsabile di oltre l'80% dei nuovi casi di Covid-19: lo ha detto N K Arora, responsabile dell'Indian SARS-CoV-2 Genomics Consortium (INSACOG). Proprio in India il ceppo con eccezionale capacità di diffusione, con una trasmissibilità superiore del 40-60% rispetto alla mutazione Alfa (britannica), era stato rilevato per la prima volta.

Sono una sessantina invece i casi della variante Delta Plus, (AY.1 e AY.2), identificati sinora dall'INSACOG in undici stati indiani, e tuttora sotto studio per quanto riguarda le caratteristiche di trasmissibilità, virulenza, e la capacità di resistenza al vaccino.

Vacanze, zero controlli su chi rientra dai Paesi ad alto contagio. Ma severi per gli italiani che partono

Arora ha sottolineato che, se insorgessero nuove varianti, i contagi, che nelle ultime settimane sono stati in media sotto i 40 mila ogni 24 ore, potrebbero risalire rapidamente. Il direttore ha aggiunto che l'Indian SARS-CoV-2 Genomics Consortium è un gruppo di 28 laboratori indiani costituito nel dicembre del 2020 per studiare le caratteristiche del virus e incrociare i risultati del sequenziamento genomico con quelli clinici ed epidemiologici.

La variante Beta può sfuggire a tutti i vaccini: l'allarme del direttore dell'Oxford Vaccine Group

Ultimo aggiornamento: 21 Luglio, 09:35 © RIPRODUZIONE RISERVATA