«Direttori, entro aprile le valutazioni», Bonisoli prepara il valzer di poltrone

di Giovanni Chianelli

  • 12
«Il maestro Muti? Ha una certà età», aveva detto Alberto Bonisoli, ministro dei Beni culturali, durante una conferenza stampa a Napoli e dopo il divieto al trasferimento di Sette opere della Misericordia. Alle critiche sulla decisione espresse da Riccardo Muti, direttore d'orchestra di fama planetaria e gloria artistica del paese, il ministro aveva risposto stizzito, pungendolo sull'anagrafe.

Ieri, dopo il polverone che la battuta aveva scatenato, Bonisoli ha cercato di ammorbidire l'uscita: «Dopo cerco il maestro Muti e magari ci spieghiamo un attimo», ha detto a margine della presentazione delle Giornate Fai di Primavera. Senza però rinunciare a un'ulteriore stoccata: «Così lo tranquillizzo su un paio di cose», ha aggiunto. Un sarcasmo per sottolineare la distinzione tra competenze. Poi ha continuato: «Sono solo divergenze in materia di tutela e di come prendersi i rischi nel momento in cui c'è da disporre la movimentazione di una tela che pensiamo sia a rischio».

Muti si è defilato dalla polemica ma le reazioni della politica non si sono fatte attendere.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Giovedì 14 Marzo 2019, 12:00 - Ultimo aggiornamento: 14-03-2019 13:53
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP