Carfagna: regge la situazione Covid
ma pronti ad adottare restrizioni

Mercoledì 17 Novembre 2021
Carfagna: regge la situazione Covid ma pronti ad adottare restrizioni

Pronti a intervenire per evitare una nuova impennata di contagi. Per ora, «in Italia c'è una situazione diversa rispetto alla Germania e all'Austria, tutte le regioni sono in zona bianca, il sistema sanitario regge e la situazione è sotto controllo». Ma, per il ministro per il Sud e la coesione territoriale, Mara Carfagna, questo non significa «abbassare la guardia».

Video

Interpellata su eventuali restrizioni esclusivamente per i No vax, se possono rappresentare una soluzione, risponde: «Se la situazione dovesse peggiorare, siamo pronti a prendere ogni decisione utile per scongiurare l'avvento della quarta ondata, siamo pronti ad intervenire qualora la situazione dovesse peggiorare».

Il ministro interviene dopo l'incontro con il sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi. «La situazione dei conti del Comune di Napoli è all'attenzione del Governo, sono in corso interlocuzioni costanti tra il Ministero dell'Economia, il Ministero del Sud e il Comune e stiamo valutando le soluzioni migliori per consentire al Comune di avere spazi economici sufficienti per garantire i servizi essenziali ai cittadini napoletani e per liberarli del fardello del debito storico». Sulla possibilità di dilazionare il debito del Comune, ipotesi lanciata dal presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, Carfagna ha spiegato che «si valuta anche la possibilità di dilazionare il debito per creare spazi e margini di manovra, ma è naturale che questo significa scaricare sulle future generazioni il peso di questo debito. Questa non è una cosa che ci entusiasma. Siamo al lavoro per trovare la soluzione più ragionevole possibile». 

Ultimo aggiornamento: 16:12 © RIPRODUZIONE RISERVATA