Forza Italia all'ultimo giro e c'è chi aspetta la discesa in campo di Marina Berlusconi

di Valentino Di Giacomo

«O si arriva al 9-10% oppure ci sarà il liberi tutti, la liquefazione». Le elezioni europee del 26 maggio sono lo spartiacque per Fi. È l'ultima grande battaglia. Eppure, tra i berlusconiani, si va in ordine sparso: c'è chi organizza le proprie truppe interne sui territori per far pesare i voti e avere una comoda via di fuga dopo le elezioni, chi chiede rinnovamento interno, chi si è già staccato e attende solo di ufficializzare il commiato. Il tutto tra «veline & veleni» (rigorosamente anonimi), che Berlusconi non riesce a gestire più come faceva un tempo. Nel mezzo l'irrisolto gioco di forza con Salvini che da mesi continua a dragare voti nel centrodestra e che presto potrebbe decidere di affondare definitivamente il colpo.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Domenica 21 Aprile 2019, 11:00 - Ultimo aggiornamento: 22 Aprile, 12:05
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP