GIUSEPPE CONTE

Conte, ecco i nemici: Zingaretti, Franceschini, poi Renzi e, chissà, Di Maio

Giovedì 2 Luglio 2020 di Simone Canettieri
Conte, ecco i nemici: Zingaretti, Franceschini, poi Renzi e, chissà, Di Maio

La lista inizia a essere lunga: Nicola Zingaretti, Dario Franceschini, poi Matteo Renzi e, chissà, Luigi Di Maio. Sono i componenti del club dei nemici di Conte. Alleati serpenti che iniziano a mostrare una forte insofferenza dei confronti dell'inquilino di Palazzo Chigi.

Conte alla Camera: «Dl semplificazioni indispensabile, nessun legame tra Mes e tassazione»

Virus, Speranza: seconda ondata possibile, urge rafforzare il sistema sanitario

Il primo è il segretario del Pd: Zingaretti è stanco di vedere un governo nella palude e teme l'effetto settembre, tra ko alla regionali e crisi economica. Franceschini, invece, in qualità di capo delegazione del Pd sembra accusare un altro tipo di fastidio: il quotidiano tira e molla sui dossier senza mai arrivare a una decisione. Chiudono Renzi, che rivendica sempre la nascita di questo governo e l'attuale esistenza, e Di Maio, capo ombra di buona parte del Movimento e nella fase "finestra": il ministro degli Esteri osserva, attende e cerca di capire gli sviluppi futuri del governo.

Ultimo aggiornamento: 15:49 © RIPRODUZIONE RISERVATA