Il governo diviso allo scontro finale con l'Europa, Di Maio e Salvini votano la linea dura

ARTICOLI CORRELATI
di Alberto Gentili

0
  • 173
Dopo le zuffe su sicurezza, giustizia, Tav e dopo la giornata da separati in casa di lunedì, Matteo Salvini e Luigi Di Maio sono tornati a incontrarsi. I due leader hanno dovuto mettere da parte nervosismo e incomprensioni per dettare, a Giuseppe Conte e a Giovanni Tria, la risposta alla Commissione europea sulla manovra economica. Che è stata, come previsto, una porta in faccia: il testo, nonostante il pressing di Bruxelles e i tentativi di premier e ministro dell'Economia, non cambia. Anzi, il governo sollecita più flessibilità per fronteggiare i danni prodotti dal dissesto idrogeologico. «È una risposta di attacco, non di difesa», celebra in nottata il leader della Lega.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Mercoledì 14 Novembre 2018, 07:00 - Ultimo aggiornamento: 14-11-2018 11:29
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP