Governo, patto M5S-Lega e contratto chiuso: un cinquestelle verso Palazzo Chigi

ARTICOLI CORRELATI
di Marco Conti

Un presidente del Consiglio targato M5S. Nella nebbia che avvolge la formazione del nuovo governo, qualche punto meno instabile del solito si comincia ad intravvedere. Nella lunghissima sfida tra nomi leghisti e grillini, sembrano spuntarla questi ultimi. Ieri sera Luigi Di Maio e Matteo Salvini ne hanno discusso ancora nell'incontro che hanno avuto per superare anche alcune differenze non da poco sul contratto di governo. Nomi ne sono circolati ancora e i più gettonati sono quelli di Alfonso Bonafede, Emilio Carelli o Riccardo Fraccaro. Tutti grillini perché alla fine del percorso, scartate le candidature tecniche o «terze», è il partito più grosso della maggioranza ad avere qualche diritto in più.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Giovedì 17 Maggio 2018, 07:00 - Ultimo aggiornamento: 17-05-2018 16:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP