Riecco Lavitola, dai segreti di Berlusconi alla risto-pescheria a Roma

di Lorenzo De Cicco

  • 54
«Allora vado con i gamberi in filo kataifi? O meglio i tagliolini al nero di seppia?», domanda Valter Lavitola, trottolando da un tavolo all'altro, mentre scodella ora fritture ora tranci di pesce spada. Fa quasi tutto lui: prende gli ordini, serve ai tavoli, toglie le lische, se capita, e ticchetta alla cassa quando non c'è la sua nuova fidanzata, una bella ragazza argentina coi capelli biondi. È un po' dimagrito rispetto alle foto col ghigno trionfante accanto a Berlusconi, altra vita, altra epoca, per...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Giovedì 8 Febbraio 2018, 10:04
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP