Recovery plan pronto per l'Ue, Draghi stringe sul piano: nessun ritardo

Lunedì 19 Aprile 2021 di Andrea Bassi
Recovery plan pronto per l'Ue, Draghi stringe sul piano: nessun ritardo

La voce rimbalza da Bruxelles a Roma. E piomba come un macigno sulla quiete domenicale di Palazzo Chigi. L'Italia, batte l'agenzia internazionale Reuters, potrebbe non farcela a consegnare in tempo per il prossimo 30 di aprile il Recovery plan alla Commissione europea. Fosse vero, per il governo sarebbe un doppio smacco. Primo, perché il governo guidato da Mario Draghi è nato con scritto nel suo codice genetico la missione di spendere bene i...

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati
© RIPRODUZIONE RISERVATA