Renzi: «Il Pd mai al governo con M5S e Lega»

“Questa legge elettorale è fatta per due terzi di voto proporzionale e sul voto proporzionale la partita è a due: noi contro i Cinquestelle. Per la gara a chi arriva primo, Berlusconi non ha chance, Salvini non ha chance”. Il segretario del Pd, Matteo Renzi, in un'intervista al programma Agorà su Rai 3, è tornato a delineare la corsa elettorale come una sfida tra il Partito democratico e i Cinquestelle. E sulle possibili alleanze post elezioni Renzi ha risposto: '”Sono d'accordo con Berlusconi, se non ci saranno le condizioni per formare un governo si torna al voto, noi con gli estremisti non ci andremo”. Una frase, quest’ultima, che conferma che l’unica via di uscita in caso di impasse post elettorale sarà un governo composto da Pd, Forza Italia e dai moderati sparpagliati tra le due coalizioni. Ma secondo alcuni sondaggi non ci saranno voti sufficienti per formare un governo di questo tipo. Dunque, a meno di una spaccatura nella Lega, con i fedelissimi di Bobo Maroni in maggioranza e Matteo Salvini all’opposizione, non ci sarà altra via di uscita di un ritorno alle urne.
Martedì 6 Febbraio 2018, 14:25 - Ultimo aggiornamento: 06-02-2018 15:09
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP