Covid Lazio, il bollettino di oggi 9 novembre: 2.153 casi, 1.132 a Roma. Zingaretti: evitate luoghi affollati. D'Amato: si fa presto a diventare zona rossa

Lunedì 9 Novembre 2020

Sono 2.153 i casi positivi nel Lazio secondo il bollettino di oggi 9 novembre 2020, 1.132 a Roma. «Oggi su oltre 22 mila tamponi nel Lazio (-1.968 rispetto a ieri) si registrano 2.153 casi positivi (-336), 16 i decessi e 241 i guariti (+110)», ha spiegato l'assessore regionale alla Sanità, Alessio D'Amato. «Calano sia i casi che il rapporto tra positivi e i tamponi a 9%» ha aggiunto D'Amato, che ha sottolineato come sia necessario evitare gli assembramenti. «Si fa presto ad andare in zona rossa, dipende solo dai comportamenti individuali».

Covid Italia, bollettino oggi 9 novembre: 25.271 nuovi casi in 24 ore e 356 morti

 

Il dettaglio delle Asl

 

Nella Asl Roma 1 sono 383 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Tre sono i ricoveri. Si registrano due decessi di 85 e 84 anni con patologie.

Nella Asl Roma 2 sono 451 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Centosettantacinque i casi individuati su segnalazione del medico di medicina generale. Si registrano due decessi di 80 e 89 anni con patologie.

 

#Coronavirus: il bollettino della Regione Lazio del #9novembre. #SaluteLazio

Posted by Salute Lazio on Monday, 9 November 2020

Nella Asl Roma 3 sono 298 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Undici sono ricoveri.

Nella Asl Roma 4 sono 104 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Cinque sono i casi con link al cluster della RSA Gonzaga di Ladispoli dove è in corso l’indagine epidemiologica.

Nella Asl Roma 5 sono 293 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto.

Nella Asl Roma 6 sono 182 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Ventuno i casi con link al cluster della RSA Mater Dei di Ariccia. Nelle province si registrano 442 casi e sono dodici i decessi nelle ultime 24h.

Nella Asl di Latina sono 162 i nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano tre decessi di 74, 85 e 93 anni con patologie.

Nella Asl di Frosinone si registrano 54 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio, contatti di un caso già noto o con link familiare. Si registrano cinque decessi di 68, 69, 78, 82 e 86 anni con patologie. Nella Asl di Viterbo si registrano 204 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registra un decesso di 86 anni con patologie.

Nella Asl di Rieti si registrano 22 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano tre decessi di 82, 84 e 87 anni con patologie” commenta l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

 

L'allarme di Zingaretti

«Al momento il Lazio si trova nella zona gialla a livello di pericolo ma i numeri del contagio aumentano e quindi non è assolutamente pensabile abbassare la guardia. Nel week end abbiamo assistito a scene di affollamento assurde che moltiplicano il rischio di trasmissione del virus - ha spiegato il presidente della Regione Zingaretti - Sembra che troppi non abbiano piena consapevolezza della tragedia che stiamo rischiando. Ancora una volta stiamo mobilitando il sistema sanitario, ma è ingiusto scaricare tutto sugli operatori della sanità. Per questo faccio un appello al buon senso: se vedete strade, spiagge, piazze troppo affollate in cui non viene rispettato il distanziamento o l'uso delle mascherine allontanatevi e portate via i vostri cari perché sono luoghi pericolosi. 

 

Ultimo aggiornamento: 22:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA