Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Roma, incidente sulla Nomentana: chef di 24 anni muore sul colpo. La moto si è schiantata contro un palo

Giorgio Alberto Galbiati si è schiantato con la sua Honda 600. Inutili i soccorsi

Sabato 9 Luglio 2022 di Fulvio Ventura
Roma, incidente sulla Nomentana: chef di 24 anni muore sul colpo. La moto si è schiantata contro un palo

Un giorno di sangue sulle vie del nordest romano a causa di due tragici incidenti stradali che hanno segnato un caldo giovedì d'estate. A Fonte Nuova ed a Castel Madama hanno perso la vita due persone, Giorgio Alberto Galbiati un ragazzo di Guidonia Montecelio e Gianvito Russo un uomo che risiedeva nel comune castellano. In entrambi gli incidenti non ci sono altre persone, o mezzi, coinvolti se non la moto del giovane e lo scooter dell'uomo. Il primo sinistro, quello in cui ha perso la vita Giorgio Alberto Galbiati, è avvenuto nella notte di giovedì lungo la via Nomentana. Era passata già la mezzanotte quando l'Honda 600 con in sella il ragazzo, uno chef con alle spalle già diverse collaborazioni con ristoranti della zona e di Roma, ha finito la sua corsa contro un palo della luce all'altezza del civico 509, in pieno centro ed a pochi metri dal municipio. Inutili i soccorsi. Ora restano da chiarire le cause dell'incidente. Spetterà ai carabinieri della stazione di Mentana, e della compagnia di Monterotondo, coordinati dalla Procura di Tivoli, fare luce sul sinistro. Sempre la Procura tiburtina sta coordinando le indagini per il secondo, tragico, scontro di giovedì avvenuto nel primo pomeriggio lungo le vie di Castel Madama.

Roma, 58enne in Vespa investe una donna sulle strisce e muore: Alessandro Fontana forse colto da un malore

INVASIONE DI CORSIA
Nel comune sopra Tivoli ha perso la vita Gianvito Russo. L'uomo, 52 anni, un infermerie che abitava a Guidonia Montecelio prima di trasferirsi nelle campagne castellane, era in sella al suo scooter, un Suzuki Burgman, quando per cause da accertare ha perso il contro del mezzo finendo contro un muretto. Stando alle prime ricostruzioni l'uomo stava salendo verso il paese su via Sant'Anna quando, per cause da ancora appurare, ha perso il controllo del Burgman. Dei testimoni hanno visto il motociclo invadere la corsia opposta e centrare un muretto. Sul posto sono intervenuti, oltre ai carabinieri della stazione di Castel Madama, anche un'eliambulanza. Purtroppo i soccorsi per Russo, che nella sua casa di campagna coltivava la terra ed accudiva animali di ogni tipo, sono stati inutili ed ai paramedici non è rimasto che dichiarare il decesso dell'uomo. Di te mi ricordo per sorridere - ha commentato un suo amico su Facebook -. Nella resurrezione, Don Vito, ti prenderai cura di tutti gli animali del Gan Eden. La terra ti sia lieve. In questa estate l'hinterland tiburtino sta pagando un caro prezzo per gli incidenti stradali a cominciare da quello dello scorso 18 giugno, lungo l'A1 all'altezza di Chiusi in provincia di Siena, dove persero la vita due donne di Tivoli, Enrica Macci, e Sant'Angelo Romano, Serena Ursillo, da tempo residenti in Umbria. Entrambe sportive, si stavano recando ad un raduno di volley.

Ultimo aggiornamento: 10 Luglio, 09:17 © RIPRODUZIONE RISERVATA